Italia

Pordenone, non vuole licenziare operai: si uccide gettandosi in un laghetto

 PORDENONE. Non avrebbe avuto il coraggio licenziare un centinaio di operai della sua azienda. Così Fermo Santarossa, 73 anni, ha scelto di togliersi la vita, gettandosi nel laghetto della sua villa a Oderzo a Prata di Pordenone.

L’estremo gesto è stato compiuto alle 4 del mattino: l’anziano imprenditore è uscito dalla sua abitazione e si è diretto verso il laghetto, scavalcando la piccola recinzione. A trovare il corpo senza vita è stata la moglie. Insieme al fratello Mario, “Firmino” aveva dato vita, negli anni ’70, ad un colosso per le produzione di arredamenti per navi, che dà lavoro a circa 600 persone, ovvero mille, considerando anche l’indotto.

La situazione finanziaria dell’azienda non è peggiore di quella di altre del distretto mobiliero, tuttavia la crisi economica sembra stesse comportando il rischio di mandare a casa un centinaio di operai, e questo non veniva accettato da Santarossa. Cordoglio, alla famiglia dell’imprenditore, da tutto il comparto industriale della zona.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Parma, sequestrato cantiere centro commerciale vicino aeroporto: 3 indagati in Comune - https://t.co/QEz7kiJNFV

Collisione tra navi in Corsica: concluse operazioni di recupero carburante (19.10.18) - https://t.co/2dBh8drpGf

Condono, Salvini: "Verità agli atti, per scemo non passo". Lo spread tocca i 340 punti - https://t.co/PvV8z4VElh

Bari, scacco ai Capodiferro di San Girolamo: arresti e sequestri https://t.co/lDMeJPFot5

Condividi con un amico