Italia

M5S, quirinarie annullate per attacco Hacker

 ROMA. Fumata nera per le “Quirinarie” promosse dal Movimento 5 Stelle: tutto da rifare a causa di un attacco hacker.

Lo si apprende dal blog stesso di Beppe Grillo. “Le votazioni per il Presidente della Repubblica di ieri – si legge – sono state oggetto di attacco di hacker. In presenza dell’ente di certificazione è stata riscontrata una intrusione esterna durante il voto e siamo riusciti a determinare le modalità con cui è avvenuto l’attacco”.

E poi: “Abbiamo deciso di annullare quindi le votazioni di ieri e ripeterle oggi con nuovi livelli di sicurezza. Ci scusiamo per questo inconveniente e chiediamo di ripetere le votazioni. Grazie per la vostra pazienza”.E sul caso, inevitabilmente, si è scatenata l’ironia degli utenti del web.

L’hashtah #iorivotoilmiopresidente è in testa alla classifica dei più discussi e c’è chi insinua che dietro all’annullamento delle consultazioni online non ci sia un attacco hacker mal’exploit di candidati considerati sgraditi. “Le quirinarie sono una sciocchezza, un placebo della democrazia che Casaleggio deve dare per dare da mangiare qualcosa al popolo”, attacca Giovanni Favia, il consigliere regionale espulso dal M5S.

E dal blog dei grillini, intanto, si danno indicazioni circa le modalità del voto che restano le stesse di giovedì. “Gli iscritti al Movimento 5 Stelle al 31 dicembre 2012, che abbiano inviato i documenti digitalizzati, potranno proporre il loro candidato per la Presidenza della Repubblica fino alle ore 21”, si legge.

Anche per giungere al nome definitivo, i tempi restano gli stessi. “I primi dieci candidati saranno in seguito, il giorno lunedì 15 aprile, votati per scegliere il nome che sarà indicato dal gruppo parlamentare del M5S – si legge infatti nel post – Coloro che hanno il diritto di proporre il prossimo Presidente della Repubblica riceveranno una email con le istruzioni dopo le ore 11 di questa mattina”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico