Esteri

Attentato Boston, Obama sul posto. Due sospetti

 BOSTON. Il presidente americano, Barack Obama, e la First Lady, Michelle, sono arrivati a Boston per commemorare le vittime dell’attentato alla maratona di lunedì.

Ad accoglierli il sindaco, Thomas Menino, e il governatore del Massachusetts, Deval Patrick.Tema del discorso di Obama, la capacità di ripresa della città ferita. Obama – ha detto il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest – ha in programma incontri con soccorritori e alcune famiglie colpite.

Il presidente, che ha dichiarato lo stato di emergenza in Massachusetts consentendo in questo modo allo stato di ricevere aiuti federali, viene tenuto costantemente informato sullo stato delle indagini dalla sua consigliere per la sicurezza interna Lisa Monaco.

Sull’Air Force One insieme ai coniugi Obama c’era anche la vedova di Ted Kennedy.Intanto, prosegue la caccia all’uomo a tre giorni dall’attentato alla maratona. Le autorità hanno chiesto ai cittadini di inviare video e foto amatoriali in modo da passarle al setaccio alla ricerca di indizi. I filmati sono stati analizzati anche alla luce di quanto emerso dalle indagini sugli ordigni.

Gli inquirenti sono infatti giunti alla conclusione che almeno uno dei due ordigni esplosi fosse contenuto in una pentola a pressione, con chiodi e frammenti di metallo che nella detonazione si sono trasformati in veri e propri proiettili. Sono stati ritrovati il circuito con il quale i dispositivi sono stati azionati e anche, su un tetto, il coperchio di una pentola a pressione.

Gli ordigni, secondo la ricostruzione, erano avvolti in borse nere di lana spessa. E sono dunque le borse nere che le autorità hanno cercato con attenzione nell’analizzare il materiale del giorno della maratona.Nel frattempo, si è saputo che la polizia ha in mano un’immagine che ritrae un sospetto coinvolto nell’attacco.

L’immagine, ha confermato nella notte il presidente del Consiglio municipale di Boston, Stephen Murphy, deriva da un video girato dalle telecamere di sorveglianza di un negozio. “Potrebbero essere sul punto di arrestare qualcuno e questa è una buona cosa”, ha detto Murphy ad Associated Press.

Nel filmato che ha portato a identificare il sospetto, spiega Murphy, si vede “un sospetto che deposita una borsa vicino al punto della seconda esplosione e poi va via”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico