Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Protocollo d’intesa tra Comune e Corpo Forestale

 CASTEL VOLTURNO. Intensificati i controlli di polizia amministrativa e giudiziaria in materia ambientale grazie al Protocollo d’Intesa stipulato tra il Comune di Castel Volturno e il Corpo forestale dello Stato di Caserta.

Il documento, promosso dal Commissario Straordinario di Castel Volturno –Vice Prefetto Dr. Antonio Contarino, è stato sottoscritto lo scorso 26 marzo dal Ten. Luigi Cassandra, Comandante del Corpo di Polizia Municipale, e dall’Ing. Michele Capasso, Comandante Provinciale CFS di Caserta, e stabilisce una cooperazione, nell’ambito delle rispettive competenze e capacità, volta a salvaguardare e valorizzare il patrimonio ambientale.

A tal proposito, si legge nell’intesa, risulta fondamentale il monitoraggio ed il controllo del territorio, al fine di preservarne l’integrità, migliorarne le risorse naturali, nonché prevenire e reprimere le fattispecie di reato, i rischi e gli eventi naturali che possano recargli pregiudizio.

Con specifico riferimento all’ambito applicativo, la collaborazione istituzionale ha per oggetto i seguenti settori di intervento: tutela del paesaggio, del territorio e delle sue componenti; inquinamento, traffico illecito e smaltimento illegale di rifiuti; tutela delle risorse idriche e dell’aria; tutela della biodiversità, della flora e della fauna; prevenzione e repressione dei reati di maltrattamento degli animali; prevenzione e repressione dei reati connessi agli incendi boschivi; prevenzione e gestione dei rischi ambientali, dei disastri naturali e dei dissesti idrogeologici. Inoltre, nello spirito della condivisione del flusso delle informazioni, un altro punto saliente dell’accordo riguarda l’interscambio periodico delle informazioni tra il Corpo Forestale e la Polizia Locale.

Dall’inizio dell’anno il Comando Stazione forestale di Castel Volturno e la Polizia Municipale hanno proceduto all’irrogazione di n. 14 sanzioni amministrative per un importo totale pari a circa 5000 euro, hanno effettuato n. 3 sequestri penali, hanno comunicato all’Autorità Giudiziaria 30 notizie di reato.

Numerose le persone controllate anche all’interno della Riserva naturale regionale di Foce Volturno-Costa Licola-Lago Falciano, meta di migrazioni faunistiche di particolare pregio e rarità. In definitiva, l’obiettivo finale del Protocollo d’Intesa è quello di promuovere la sostenibilità nella gestione e protezione del patrimonio ambientale locale, nonché quello di rendere noto alla cittadinanza l’impegno e gli sforzi profusi dai sottoscrittori nella tutela di beni collettivi primari, attraverso attività sinergiche di reciproca collaborazione e mutua assistenza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico