Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

“Io Casalese”, presentazione del libro a Casapesenna

 CASAPESENNA. Le tematiche del riscatto e della valorizzazione dell’Agro Aversano e dell’appartenenza al territorio così martoriato ma ricco di realtà positive saranno alla base della presentazione del libro “Io Casalese – Un ragazzo di Casal di principe racconta la terra dei clan” dello scrittore e giornalista Antonio Trillicoso.

Un incontro -in programma sabato 20 aprile, alle ore 17.30, al Punto di Lettura nel bene confiscato in via Don Peppe Diana 8, a Casapesenna – voluto del circolo locale di Legambiente che in questi anni hanno battagliato e cercato con azioni concrete di valorizzare il territorio non solo dal punto di vista ambientale ma anche culturale. Lo scorso anno in questo periodo venne inaugurato il centro di lettura che ha sede proprio nei locali dell’associazione ambientalista. Ultimo in ordine di tempo la piantumazione di alberi all’uscita di Casal di Principe della Nola-Villa Literno, ma anche la fiaccolata all’indomani della morte del giovane Emanuele di Caterino che verrà ricordato con la lettura di alcuni giovani di un testo scritto proprio dello scrittore Trillicoso.

La presentazione del libro sarà introdotta dal portavoce di Legambiente di Casapesenna Pasquale Cirillo e dall’Ingegnere Alessandro Cirillo, coordinerà i lavori il giornalista Vincenzo Viglione. Il libro ‘Io Casalese – Un giovane di casal di Principe racconta la terra dei clan’ – Diana Edizioni. (con presentazione di Paolo Chiariello di Sky Tg24) vede come protagonista è un ragazzo di sedici anni che comincia a farsi le grandi domande della vita e non accetta di vivere in una città assediata che rifiuta e vive come un fardello il binomio casalesi-delinquenti.

Viene fuori dal libro la voglia di avere una vita normale perché la maggior parte dei casalesi e degli abitanti dei paesi vicini sono persone oneste che hanno sogni e progetti ma sono costretti a vivere una vita difficile. La copertina del libro il ragazzo seduto su una pistola indica questo perché sa di vivere in una realtà difficile ma vuole emergere come tanti.

Definito dalla stampa ‘l’altra faccia di Gomorra vuole essere l’altra faccia dei Casalesi’. Antonio Trillicoso è insegnante, giornalista e scrittore. Collabora con diversi giornali, televisioni e radio. E’ stato per quasi venti anni corrispondente dei quotidiani Il Mattino dai comuni a Nord di Napoli e scritto per il Corriere di Caserta dall’Agro Aversano.

Diverse le sue pubblicazioni sempre di carattere sociale, anche quando scrive favole per ragazzi. Suoi lavori sono stati tradotti in spagnolo e pubblicati in Sud America. Nel 2008 è stato invitato a illustrare la sua attività letteraria nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles. Ha ricevuto diversi premi e nel 2000 e nel 2007, un riconoscimento dall’Unicef e nel 2009 dall’associazione Komunitas (Napoli) per l’attività svolta a favore dei giovani. Nel 2011 dalla Pro Loco del Tirreno (Calabria) come ‘autore-scrittore in prima linea’.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico