Poggiomarino - Terzigno

Inceneritore, Clini: “Non serve se funziona il ciclo”

 NAPOLI. Gli inceneritori “servono se non funziona il ciclo integrato dei rifiuti”. Parola del ministro dell’ambiente, Corrado Clini.

Il ministro, a Napoli, rispondeva a rappresentati di comitati di cittadini gli chiedevano perchè nel piano regionale di rifiuti della Campania sia prevista la realizzazione di inceneritori. “Perchè i rifiuti di Napoli vanno in Olanda? – ha spiegato – perchè lì non hanno più rifiuti da metterci dentro e non perchè siano fuori di testa ma perchè il sistema del ciclo dei rifiuti è cambiato”.

Clini chiama in causa anche il Cip6, “non ha consentito agli inceneritori del nord di continuare a stare sul mercato, liberatevi dai miti”. Poi, però, avverte: “Attenzione, se continuate a dire che la tecnologia e pericolosa non andate da nessuna parte e si rischia di entrare in una questione ideologica”. E a chi, come alcuni attivisti, gli ha chiesto anche il perchè di una discarica, come quella di Terzigno in un parco naturale, Clini ha risposto: “E’ una cosa sciagurata averla fatta”.

“Chi inquina deve pagare -ha aggiunto Clini – Noi questo principio con l’Ilva lo abbiamo applicato ma in genere si è perso tempo e le aziende chiedono i soldi allo Stato”. Clini ne ha parlato a Napoli, città dove, non a caso, si sono aperti oggi i Dialoghi dell’Espresso, serie di incontri itineranti che in ben otto atenei italiani porteranno al centro del dibattito le emergenze dell’Italia. Oggi, con il direttore dell’Espresso, Bruno Manfellotto, ed il giornalista Emiliano Fittipaldi, tre sono state le parole chiave: ambiente, inquinamento, crescita.

Spazio anche alla ricostruzione di Città della Scienza: “Su Città della Scienza – ha detto Clini – c’è un impegno di tutti, del Governo, della stessa Commissione europea”. “Va ricostruita e non solo, deve essere anche un segnale forte per recuperare Bagnoli. Perché quello che c’è a Bagnoli è una fotografia drammatica dell’incapacità del nostro Paese di recuperare ad usi sostenibili territori preziosi”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico