Aversa

Strisce blu, 170mila euro di proventi per il Comune

 AVERSA. “La gestione diretta dei parcheggi dà i suoi frutti”. Lo afferma il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, che spiega: “A fine marzo abbiamo tirato le somme per questo primo periodo di gestione diretta dei parcheggi e la situazione è certamente positiva.

Al 28 marzo risultano consegnati 488mila grattini, di cui 255mila dell’importo di 1euro e 233mila dell’importo di 50centesimi ed i proventi, al netto dei costi, per il Comune di Aversa sono pari a 169.922 euro. Una cifra considerevole considerando che con il vecchio contratto che regolamentava la sosta a pagamento nelle strisce blu, nelle casse comunali entrava una cifra che si aggirava intorno ai duecentomila euro l’anno, compreso i ricavi della rimozione forzata. Senza dimenticare che c’è un contenzioso milionario in atto tra lo stesso comune di Aversa e l’associazione temporanea di imprese che ha gestito il servizio sino al 31 luglio scorso per il mancato pagamento di Tarsu e Tosap”.

Oggi, inoltre, termina la proroga per l’affidamento del servizio e che il procedimento di gara per la durata di un anno è attualmente in itinere presso la Stazione Unica Appaltante presso il Provveditorato alle opere pubbliche di Caserta che ha curato la pubblicazione della gara con effetto dall’1/03/2013 e scadenza prevista per la presentazione delle offerte il 12/04/2013.

Nelle more, il dirigente al ramo, Stefano Guarino, ha provveduto a disporre ulteriore affidamento per il periodo ed importo simile a quanto disposto con determinazioni n. 207/2012, n.236/22012 e n.30/2013. “Questa somma – continua Sagliocco – fa ben sperare per il futuro se si tiene conto che il nuovo servizio è partito il mese di agosto quando la città era praticamente vuota e, soprattutto, si è trattato del periodo di avvio con una serie di ostacoli da superare, dall’approntarsi dei grattini alla loro distribuzione”.

“Non dobbiamo dimenticare – ha concluso da parte sua il primo cittadino – che abbiamo portato tutte le tariffe nelle diverse zone della città a un euro all’ora, abbassandole, di fatto, in diverse strade e che nei festivi abbiamo completamente abolito il pagamento. Questo significa che a regime possiamo ben sperare di avere entrate anche considerevoli da questo servizio. Un aspetto importante, soprattutto in un momento di congiuntura negativa con le rimesse statali agli enti locali ridotte al minimo”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Anche la pizza fa parte di una dieta corretta: "Atelier della Salute" a Napoli - https://t.co/KPxh1JyJ8n

Napoli, festa al Bagno Elena con Steve Norman degli Spandau Ballet - https://t.co/YuscIeaw8d

Napoli, i maestri pizzaioli si contendono il Trofeo Pulcinella - https://t.co/Ris3DTHzNZ

Legge Copyright, Isabella Adinolfi (M5S): "Bavaglio al web" - https://t.co/UGoLWg4pV9

Condividi con un amico