Aversa

Piazza Crispi. Villano: “Occorre passaggio in Consiglio”. Sagliocco: “No”

 AVERSA. “La transazione per piazza Crispi, relativa all’ex deposito dell’Actp, annunziata dal sindaco Giuseppe Sagliocco non ha alcun valore se non sarà portata in Consiglio comunale”.

Ad aprire un nuovo fronte di polemica il consigliere comunale del Pd Marco Villano, che continua: “Quando la passata amministrazione diede vita ad un precedente accordo, vi fu una delibera del consiglio comunale che dettava precisi indirizzi per questa zona della città: si prevedeva una concessione edilizia per ristrutturare il vecchio stabile degli uffici della società di trasporti, di parcheggi sotterranei. Ora, invece, i parcheggi non si faranno più, ci saranno sessanta parcheggi a raso, la concessione edilizia che era decaduta viene riportata in vita. Insomma, una serie di cose totalmente diverse da quel precedente patto che era stato trasfuso anche in un atto notarile”.Per l’esponente democratico, di fatto, la piazza verrà trasformata in un parcheggio, cosa che prima non era assolutamente prevista nell’atto di indirizzo.

Una presa di posizione che vede il sindaco Sagliocco sorridere per poi attaccare: “Prima di prendere dei provvedimenti ho l’abitudine di documentarmi e quando non sono convinto di farmi consigliare da esperti, cosa che ho fatto anche in questo caso e i giuristi interpellati mi hanno confermato che rispetto a quella delibera nulla è cambiato, per cui non era necessario il passaggio in Consiglio comunale”.

Poi il primo cittadino passa a illustrare la nuova situazione senza dimenticare di evidenziare che viene accantonato anche un contenzioso che vedeva il comune, teoricamente, esposto a possibili risarcimenti milionari. “Abbiamo rinnovato la concessione per la ristrutturazione dell’edificio preesistente senza che ci sia aumento di volumetria, che pure sarebbe stato permesso; avremo sessanta parcheggi che gestiremo noi e la piazza, perchè la piazza ci sarà, l’avremo a costo zero per le casse comunali visto che sarà realizzata dall’ex Actp quale pagamento degli oneri di urbanizzazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico