Aversa

Cottimi fiduciari e bonifiche: blitz della Finanza in Comune

 AVERSA. Lavori pubblici nel mirino della Guardia di finanza. Le fiamme gialle hanno fatto capolino negli uffici di piazza Municipio nella mattinata di martedì portando via, dopo poco più di un’ora di permanenza nella casa comunale, una serie di atti sulla cui natura sembra vigere il più stretto riserbo.

Ma, considerato gli ultimi accadimenti, non è difficile ipotizzare che nel mirino dei finanzieri, pare inviati ad Aversa dalla procura sammaritana, siano finiti gli affidamenti di lavori pubblici tramite i cottimi fiduciari e la bonifica di un’area standard in via Guido Rossa e la sistemazione di via Vito di Jasi, il cui iter, iniziato con l’amministrazione Ciaramella, ha subito un fermo ad oggi non ufficialmente motivato.

A sollevare il polverone degli affidamenti a diverse ditte di lavori per importi al di sotto dei diecimila euro per farli rientrare nei cottimi fiduciari, nei giorni scorsi, erano stati due esponenti politici di opposte fazioni, Marco Villano e Michele Galluccio, il primo consigliere comunale del Pd, il secondo del Pdl. I due amministratori avevano evidenziato una serie di incarichi quanto meno strani affidati a diverse ditte. Incarichi che si ripetono per una stessa ditta in una o più giornate o tra il venerdì e il sabato. Si tratta quasi sempre di lavori di “rattoppo” delle strade cittadine o di manutenzione di edifici di proprietà comunale.

Nello spulciare le numerose determine, a firma dei dirigenti delle aree lavori pubblici e finanziaria, ce ne sono alcune che hanno come destinataria di diversi incarichi un’impresa della quale è titolare (amministratore unico, sin dal 2011, quando sedeva ancora in consiglio comunale) un ex consigliere comunale del Pdl. Proprio nel caso in questione, poi, si fa notare che questa impresa si sarebbe vista affidare lavori senza alcun provvedimento ufficiale e solo dopo averli eseguiti si sarebbe visto conferire formalmente l’incarico.

Questo è avvenuto almeno in un caso che sarebbe stato scoperto grazie alla solerzia dei vigili urbani che, senza saperlo, hanno multato un cantiere non segnalato che stava eseguendo quei lavori che, solo qualche giorno dopo sono stati formalmente affidati. Proprio per questo le opposizioni speravano in un intervento della magistratura che, a quanto sembra, si sarebbe verificato puntualmente.

Da parte sua Villano, saputo della visita delle fiamme gialle ha dichiarato: “Non vogliamo criminalizzare nessuno, ma siamo contenti che la magistratura faccia chiarezza su di una situazione che, almeno a prima vista, chiara sembra non essere”. Da parte sua, invece, il sindaco Sagliocco si è detto sempre tranquillo relativamente all’operato del nuovi dirigenti ed ha più volte evidenziato che la bonifica di via Guido Rossa è stata fermata perché la spesa prevista, 700mila euro, era abnorme ed è stata ridotta a meno di 200mila euro.

Sempre in tema di legalità, l’autosospensione dei componenti della commissione consiliare trasparenza a seguito della mancata ripetuta assenza, benché invitati, dei dirigenti dell’area urbanistica e lavori pubblici Alessandro Diana e Francesco Benadusi a presentarsi alla seduta della commissione ha sortito il suo effetto. Nella seduta prevista per questo pomeriggio, i due avrebbero assicurato la loro presenza al presidente Salvino Cella. Anche in questo caso i temi sul tappeto sono gli appalti di via Guido Rossa e via di Jasi e gli affidamenti dei cottimi fiduciari.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico