Trentola Ducenta

Oneri di urbanizzazione: recuperati 600mila euro

 TRENTOLA DUCENTA. L’amministrazione comunale di Trentola Ducenta, guidata dal sindaco Michele Griffo, ha predisposto ed approvato gli atti per la riscossione coattiva degli oneri di urbanizzazione accertati e non ancora versati.

L’azione di recupero, avviata a seguito dell’istituzione di una commissione ad hoc voluta dall’amministrazione, ha portato a risultati eccellenti sia dal punto di vista della quantificazione degli oneri non versati dal 2002 sia dal punto di vista del recupero effettivo delle somme. 800mila gli euro non pagati, di cui ben 600mila sono stati già introitati dal Comune. La rimanente parte non ancora versata sarà oggetto di iscrizione a ruolo coattivo e saranno raddoppiate le competenze dovute oltre al calcolo degli interessi legali maturati.

“Come pensavamo al momento dell’avvio dell’azione di controllo relativa agli oneri di urbanizzazione – ha affermato Griffo – abbiamo riscontrato una serie di mancati pagamenti che potevano comportare una perdita ingente per la casse comunali. Il lavoro svolto ci ha consentito di incassare ben seicentomila euro. Per quanto riguarda le somme non ancora pagate, procederemo alla riscossione coattiva, innanzitutto perché è nostro dovere far rispettare le regole ed anche perché queste devono valere per tutti allo stesso modo. Un’azione inoltre doverosa anche per rispetto di chi ha pagato nei tempi stabiliti. Coloro che, nonostante gli accertamenti si sono sottratti al pagamento si vedranno, dunque, costretti a pagare anche una salata sanzione amministrativa”.

Dello stesso avviso del sindaco anche il consigliere comunale di minoranza Giuliano Pellegrino, che afferma: “E’ giusto che tutti coloro che sono tenuti al pagamento degli oneri di urbanizzazione vi provvedano. Laddove si incontrano ulteriori resistenze al dovuto pagamento è corretto agire in maniera coattiva per garantire pari trattamento a tutti i cittadini ed anche per rispettare chi ha ottemperato regolarmente all’obbligo di pagamento”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico