Santa Maria C. V. - San Tammaro

Sammaritani: “Mastroianni abbia la compiacenza di tacere”

 SANTA MARIA CV. Sarà pure un “veterano della politica”, ma Salvatore Mastroianni (autoproclamato coordinatore cittadino del Pdl) raggiunge vette di irresponsabilità e di malafede che non hanno pari a Santa Maria Capua Vetere.

Commentare un attentato, di probabile matrice camorristica, e insinuare responsabilità precise e dirette rappresenta – al di là dei profili penali che saranno altri a valutare – la riprova della pochezza di un politico disperato, lo stesso che ha urlato la sua recente vittoria elettorale dimenticando di dire che il Pdl ha perso la metà dei consensi in città (cinquemila voti in meno in cinque anni, con una media di tre voti in meno al giorno).

Le sue dichiarazioni, a dir poco farneticanti, dimostrano – oltre ogni ragionevole dubbio – quanto scarso sia il senso dello Stato e quanto prevalente sia il desiderio di vendetta per aver perso quelle posizioni di potere che portarono il Pdl ribaltonista a malgovernare la città, a farne scempio e a lasciare danni incalcolabili ai quali ancor oggi l’amministrazione comunale sta cercando di porre rimedio.

Quando fa ironia su interventi che vanno nella direzione della vivibilità e del rilancio turistico, quando addirittura insiste con la ripetizione pedissequa di falsità evidenti su argomenti relativi all’edilizia (lasciando supporre chissà quali nefandezze), Salvatore Mastroianni dovrebbe volgere lo sguardo indietro e, con un minimo di autocritica, prendere atto che non ha molti titoli per ergersi a moralizzatore e maestro di buona amministrazione.

Gli scempi che lui e i suoi amici hanno perpetrato in città sono sotto gli occhi di tutti. Se non ha il coraggio di ammettere le proprie colpe pubblicamente, Mastroianni abbia almeno la compiacenza di tacere, scegliendo la strada di un dignitoso silenzio.

Eviti di impartire lezioni che non può impartire, eviti di spargere veleni e insinuazioni. E magari, visto che si fa paladino della sicurezza in città, si faccia vedere schierato ogni tanto in difesa del tribunale, argomento sul quale non si ha notizia di alcuna sua iniziativa concreta o di palesi prese di posizione.

Raffaele Cappabianca, consigliere comunale “I sammaritani”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico