Maddaloni - Valle di Maddaloni

La Civitas contro esternalizzazione della riscossione tributi

 MADDALONI. Il “Movimento Civitas è” riapre la battaglia per l’internalizzazione del servizio di riscossione coattiva dell’entrate Ici/Imu – Tarsu/Tares – Canoni idrici – Gestione ordinaria, da accertamento e coattiva per i tributi: Tosap, Icp e Dpa e Oneri di urbanizzazione aggiudicazione a società esterne all’Ente -…

… e si oppone all’aggiudicazione dell’appalto del Comune di Maddaloni vinto dalla Iap per la riscossione dei tributi. Una faccenda che ha trovato in netto diniego anche dalla coalizione del centrosinistra e della Cgil. La commissaria Tortelli ha trovato critiche anche da parte dei dipendenti dell’ente i quali si vedono emarginati dalle loro competenze, riportando il proprio dissenso in un comunicato i cui motivi dell’opposizione alla scelta contro l’esternalizzazione della riscossione tributi sono ben chiari a tutti i cittadini maddalonesi.

Il Movimento “Civitas è” – spiega la propria proposta nella missiva che riporta di seguito: riteniamo che il servizio di riscossione delle imposte possa essere effettuato all’interno dell’Enteda personale in servizio almeno per due motivi: risparmio per il cittadino e per il comune e rivalutazione dei servizi pubblici e degli uffici. Ma non solo il servizio della riscossione delle imposte può essere internalizzato, ma soprattutto favorirebbe un immediato riempimento delle cassa comunali ed eviterebbe un eventuale caso Tributi Italia.

Come sempre “Civitas è” tiene al bene del proprio paese e per questo presenterà nel programma elettorale un progetto che prevede un forte risparmio annuo superando le quote di probabili e possibili economie, il tutto attuabile mediante la valorizzazione ed incentivazione economica dei dipendenti comunali, con il rientro secondo le norme di appalti e attività di competenza interna, nonché risparmi e sponsorizzazioni che investono tutti i settori dell’Ente e non solo le Finanze.

Anzi, nelle more della proposta da presentata sono state individuate tutta una serie di risparmiche possono essere eseguiti immediatamente dal Comune con risultati economici e di qualità dei servizi per la cittadinanza, quali: servizi di vigilanza effettuati all’interno dalla Polizia Municipale o mediante assunzione di uscieri invece di appaltarla ad una ditta esterna. Piccole manutenzioni immobili e aree da parte degli operai comunali, togliendo in arte appalti dati all’esterno, e ampliamento dei risparmi mediante assunzioni di figure operaie. Piccoli risparmi per area che riguardano un oculato e mirato uso delle risorse, quali spese di collegamenti, uso di software libero, macchinari in uso comune, parte di corsi di formazione effettuati all’interno dell’ente e cosi via. Sponsorizzazioni varie come, per esempio, la manutenzione e di aree a verde.

Tutto questo, sia l’internalizzazione della riscossione dei tributi che i risparmi derivanti da economie di spesa e sponsorizzazioni, può essere applicato subito e solo dopo l’approvazione dei regolamenti sulla razionalizzazione delle spese, sulle sponsorizzazioni e sul piano incentivante, regolamenti di cui Civitas al momento dell’insediamento nel Consiglio Comunale ne richiederà l’approvazione immediata e senza i quali qualunque ipotesi di razionalizzazione è destinata a naufragare, regolamenti che permettono che una percentuale del risparmio possa essere distribuita come incentivo ai lavoratori.

Il primo passo che Civitas è richiede a questo Commissariamento è l’apertura di un tavolo con le parti sociali e sindacali tutte per poter dissipare con buon senso innanzitutto questa matassa legata alla riscossione dei tributi affidata a privati e approvare immediatamente quei regolamenti che permettono di normare sia i risparmi di spesa che gli incentivi per il personale.

Civitas richiede anche l’interruzione immediato dell’affidamento della vigilanza non armata degli uffici comunali attivandosi con un progetto di volontariato per studenti che vogliono garantirsi una borsa di studio acquisendo crediti attraverso il servizio prestato, in relazione alla proposta di risparmio.

Alessandro Cioffi, presidente movimento “Civitas è”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico