Italia

Pd, Speranza capogruppo alla Camera e Zanda al Senato

 ROMA. Il Partito Democratico continua il suo processo di rinnovamento con Luigi Zanda capogruppo al Senato.

L’elezione è avvenuta in un assemblea per alzata di mano con un solo astenuto. Lo stesso rinnovamento si profila alla Camera.

A prendere il posto di Dario Franceschini c’è Roberto Speranza. Bersani ha proposto, durante l’assemblea del gruppo a Montecitorio, di votare Speranza per acclamazione ma Luigi Bobba si è opposto chiedendo il voto segreto come prevede lo statuto del gruppo. I deputati del Pd hanno ora un’ora di tempo per votare Speranza che è l’unico candidato.

Ad opporsi alla proroga proprio i due presidenti uscenti, Anna Finocchiaro (Senato) e Dario Franceschini (Camera). “Ho sempre pensato che l’ipotesi della proroga dei presidenti dei gruppi parlamentari del Pd fosse sbagliata. Serve continuare il cambiamento”, ha scritto Anna Finocchiaro su Twitter.

E Franceschini: “Quando si imbocca una linea bisogna seguirla con coerenza. Non esistono proroghe. I gruppi Pd devono scegliere due nuovi capigruppo”.

In un breve discorso tenuto subito dopo la sua elezioni, Zanda ha parlato di: “valorizzare il lavoro delle commissioni parlamentari e lavorare anche di più in aula”. “La nostra proposta politica resta quella votata dalla direzione del Pd. Poi naturalmente spetta al capo dello Stato decidere”.

Sono le parole di Pierluigi Bersani alla vigilia dell’avvio delle consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo, al termine di un pranzo con il leader del Spd, Martin Schulz.

Il gruppo Pdl, invece, alla Camera ha eletto all’unanimità e per acclamazione il nuovo presidente: Renato Brunetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico