Home

Champions, si ricomincia con United-Real. Mercoledì la Juve

 Manchester United-Real Madrid è di sicuro il fiore all’occhiello del ritorno degli ottavi di Champions che si spalmano in otto giorni, a partire da martedì.

Sir Alex Ferguson sa che non deve sbagliare niente perchè l’1-1 di andata è prezioso ma non risolutivo e spera proprio di poter festeggiare all’Old Trafford la conquista dei quarti insieme alle mille presenze di Ryan Giggs che ha appena firmato il prolungamento di un anno che gli consentirà di restare fino ai 40 anni coi Red Devils. Ma è soprattutto Mourinho che si gioca il tutto per tutto perchè, se viene da due successi in quattro giorni con l’odiato Barca, sa anche che i 15 punti di divario in Liga sono impossibili da recuperare e per salvare la stagione non gli basta la finale di Coppa del Re, ma deve andare avanti in Champions.

JUVENTUS-CELTIC. La sfida di martedì all’Old Trafford è il clou della prima parte del programma Champions che vede la Juve, rassicurata dal pari di Napoli che avvicina lo scudetto, che mercoledì ospita in casa il Celtic e Conte potrà fare calibrato turnover visto lo schiacciante 3-0 esterno dell’andata. Bisognerà aspettare una settimana per l’altro big match: il Milan, rilanciato da due mesi di rinascita, giocherà al Nou Camp partendo dal 2-0. Ci vorrà il Barca imprendibile dell’autunno, ora che è in crisi nera dopo tre ko consecutivi, per ribaltare una situazione complessa.

SPAGNA. L’altro tema interessante della Champions è il momento negativo delle spagnole, presenti in quattro, ma che rischiano tutte di uscire. Oltre a Real e Barca infatti è messa molto male anche il Valencia che mercoledì affronta in trasferta il Psg partendo dal ko per 2-1 in casa. Dovrà sudarsela mercoledì 15 anche il Malaga che deve recuperare un gol ospitando l’agguerrito Porto.

LE ALTRE GARE. Oltre al clou United-Real qualificazione in bilico anche tra Borussia Dortmund e Shakhtar reduci dal 2-2 in Ucraina: ai tedeschi di Lewandoski, tornato in Bundesliga con due gol dopo la squalifica, basta anche l’1-0 ma lo Shakhtar di Lucescu venderà cara la pelle. Equilibrata anche l’altra sfida di martedì 12 (sottoclou di Barca-Milan) con lo Schalke che cercherà di capitalizzare l’1-1 ottenuto nell’andata con il Galatasaray di Sneijder e Drogba. Chiuderà il programma il giorno dopo Bayern-Arsenal, con i bavaresi schiacciasassi che partono dal rassicurante 3-1 ottenuta in trasferta nell’andata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico