Gricignano

“Ultimo Atto”, assolto Raffaele Lucariello

 GRICIGNANO. Raffaele Lucariello, 32 anni, di Gricignano, è stato assolto nel processo riguardante l’operazione “Ultimo Atto”contro le fazioni Schiavone e Bidognetti del clan dei casalesi.

I giudici hanno accolto la tesi del legale difensore, l’avvocatoGiuseppe Tessitore. Lucariello fu arrestato il 7 novembre 2011 e scarcerato dal Riesame dopo due settimane poiché non furono ritenuti sussitenti i presupposti della custodia cautelare.

L’operazione “Ultimo atto”, coordinata dai pm dellaDdaCesare Sirignano, Giovanni Conzo e Catello Maresca, ed eseguita dal reparto territoriale di Aversa e dal comando provinciale di Caserta, aveva portato a 35 arresti, con l’impiego di200 militari supportati dagli elicotteri dell’Arma, in diverse regioni italiane.

Tra i destinatari delle ordinanze, di cui la metà si trovava già in carcere, anche il figlio del boss Francesco Bidognetti, detto “Cicciotto ‘e mezzanotte”, Raffaele Bidognetti, il leader dell’ala stragista del clan Giuseppe Setola e Alessandro Cirillo, “’O Sergente”, tutti già detenuti.

Le indagini si sono avvalse delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia “ex setoliani”, come Oreste Spagnuolo, Giovanni Mola, Francesco Diana, Emilio Di Caterino e Luca Mosca, ed hanno ricostruito i diversi cambiamenti ai vertici del clan nel corso degli anni e le responsabilità sullo spaccio di stupefacenti nell’agro aversano e su alcuni delitti.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Sant'Arpino, "Libera Mente" incontra i cittadini e raccoglie le loro istanze - https://t.co/zfduZefsZ9

Migranti "scaricati" al confine. Salvini: "Vergogna internazionale". La Francia: "Non lo faremo più" - https://t.co/3bVem0mHtU

Pompei, scoperta nuova iscrizione: l'eruzione a ottobre e non ad agosto - https://t.co/em7JOKvebA

Tap, il ministro Lezzi: "Troppo costoso fermarlo". Comitato: "Eletti M5S si dimettano" - https://t.co/cqu0GBJOyv

Condividi con un amico