Campania

De Laurentiis: “Cavani? Se un pazzo mi dà 70 milioni…”

 NAPOLI. “Cavani sa perfettamente che al Napoli è rispettatissimo e gli vogliamo bene e non solo per i gol che fa ma perché è una persona seria e garbata e poi esiste una clausola rescissoria. Se c’è un pazzo che vuole tirare fuori 70 milioni, …

… che corrispondono ai 63 milioni netti per il nostro club, noi l’ascoltiamo ma comunque sarà Cavani ad avere l’ultima parola”.

Con queste parole il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a margine della cerimonia del Premio ‘Andrea Fortunatò svoltosi nel Campidoglio di Roma, ha commentato il possibile addio a fine stagione del bomber Edison Cavani.

“Sono contento per lui – ha detto il patron partenopeo in merito alla doppietta realizzata ieri dall’uruguaiano contro l’Atalanta dopo una lunga astinenza – perché sembrava fosse diventata una telenovela. E soprattutto per Pandev che era moltissimo che non segnava che poi è stato un goal determinate perché ci ha permesso di vincere”.

Chi può permettersi Cavani? “Ci sono delle squadre che hanno un fatturato molto elevato come Barca e Real Madrid – ha fatto notare De Laurentiis – poi ci sono squadre che senza un fatturato elevato, ancora non so per quanto tempo, vanno fuori budget ignorando la regola del fair play finanziari. Io per lui ho messo una asticella molto alta”. “Ma noi non vogliamo trattenere nessuno, perché Napoli è un qualcosa che nel calcio è rappresentativo ed è molto importante perché ha sempre vintosenza creare scandali”, ha concluso il patron.

“Il mercato? Dipenderà molto da Mazzarri se resterà e cosa vorrà fare”. Il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, lascia qualche ombra sul futuro del tecnico, Walter Mazzarri. “Abbiamo un rapporto leale e amicale io sono grato a Walter per questi quattro anni in cui ci ha consegnato professionalità e ardore, non è facile non è semplice”, ha detto il patron a margine della consegna del premio “Andrea Fortunato – Lo sport è vita”, tenutasi in Campidoglio. La nostra è una piazza che pretende molto. A Napoli è più difficile vincere perchè si vogliono idoli da idolatrare ma non basta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico