Aversa

Piano Triennale, le “urla” del Pdl

 AVERSA. Ancora urla e grida sulla casa comunale. Teatro dell’ennesimo episodio di nervosismo la stanza dell’assessore pidiellino e vicesindaco Nicla Virgilio, …

… ai piani alti del comune, dove gli amministratori del Pdl si sono incontrati (a causa della mancanza di una sede, eppure siamo di fronte al partito di maggioranza relativa) per discutere del Piano Triennale delle opere pubbliche su iniziativa del coordinatore cittadino Nicola Golia, che era, però, assente.

Grida belluine, dicevamo, che risuonavano nell’adiacente corridoio nella tarda mattinata, con i consiglieri, in special modo Gabriele Costanzo e Stefano Di Grazia, che, noncuranti dell’argomento all’ordine del giorno, hanno criticato in maniera piuttosto veemente contro gli assessori pidiellini nella giunta Sagliocco e contro il capogruppo consiliare Dello Vicario.

Secondo i contestatori, infatti, i rapporti del Pdl con il primo cittadino non sarebbero buoni per colpa di questi ultimi, in particolare Dello Vicario. Nella discussione è finita anche la presenza dell’assessore Elia Barbato nelle short list per gli incarichi con un forte battibecco (le voci erano ben distinguibili) tra lo stesso ingegnere aversano e Michele Galluccio. Quest’ultimo, poi, non ha risparmiato nemmeno il collega di partito Costanzo, anch’egli presente in quegli elenchi.

Costanzo, a dispetto del suo notorio silenzio per le altrettanto note difficoltà a parlare in pubblico, si è difeso con impegno, alzando di molto il tono della voce, così, come del resto, i suoi compagni di discussione. Alla fine, del piano triennale delle opere pubbliche non si è parlato più di tanto ed ora l’appuntamento è per domani. Si replicherà?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico