Sant’Arpino

L@D: “Ecco perché abbiamo occupato l’aula consiliare”

 SANT’ARPINO. Con un volantino diffuso domenica mattina, Sant’Arpino “Libera@Democratica” ha spiegato ai cittadini le ragioni della protesta che ad inizio settimana ha portato all’occupazione della Presidenza del Consiglio Comunale e all’incontro con il Prefetto di Caserta.

“I signori ‘gestiti’ dal trio Di Santo-Brasiello-Benzinaio – si legge nel documento del movimento guidato da Francesco Capone – hanno cercato per l’ennesima volta di far valere la tracotanza del potere e di zittirci. Ma purtroppo per loro, la forza delle nostre ragioni e la volontà di tutelare i santarpinesi hanno prevalso tanto che lunedì mattina i consiglieri di ‘Sant’Arpino Libera@Democratica’ hanno occupato l’aula del consiglio comunale per protestare contro la decisione del presidente Guarino di non inserire all’ordine del giorno la proposta di delibera di sospensione degli avvisi di accertamento”.

“L’atteggiamento arrogante dei nostri amministratori – continuano dal movimento – non si è fermato neanche dinanzi ad una protesta ferma e pacifica: hanno prima tentato di toglierci la parola per poi deridere una civile e democratica protesta tanto che Guarino, messo alle strette, ha provocatoriamente dichiarato di convocare il consiglio nel giorno di Carnevale, alle 16, quando è previsto l’inizio della sfilata dei carri! Stufi di assistere ad un sistematico dileggio delle istituzioni, abbiamo abbandonato l’aula consiliare e ci siamo recati dal Prefetto di Caserta per denunciare questa inqualificabile azione di ostruzionismo e di prevaricazione nei confronti dei consiglieri di minoranza e della popolazione intera. In prefettura ci è stato assicurato un loro intervento affinché la nostra proposta di delibera venga quanto prima discussa in consiglio comunale”.

“Caro Di Santo – concludono – il tempo dell’arbitrio e’ finito. tu come tutti devi sottostare alle leggi democratiche. Sant’Arpino non e’ casa tua, Sant’Arpino e’ dei santarpinesi. Con i tuoi soldi non potrai comprare la dignita’ altrui, ne’ ti serviranno per farti comprendere i valori della democrazia. Purtroppo per te la cultura ed i valori non si comprano al mercato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico