Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Energia solare, Psi chiede tavolo istituzionale

 MONDRAGONE. Il Partito Socialista Italiano e il Movimento d’Opinione “Mondragone Città Possibile” propongono all’Amministrazione un tavolo istituzionale aperto a Legambiente e ai Movimenti e Comitati ambientalisti cittadini, …

… per discutere la legge regionale 1/2013 inerente allo sviluppo dell’energia solare in Campania, per una rapida approvazione del Pesc (Piano Energetico solare cittadino).

“Finalmente pubblicata la legge regionale sulla diffusione dell’energia solare in Campania. – afferma Antonio Taglialatela, coordinatore cittadino del Psi – Adesso tocca all’Amministrazione Schiappa predisporre entro 120 giorni il Piano energetico solare (Pesc) gestendo gli obiettivi e le strategie energetiche comunali, individuando le aree utili all’istallazione degli impianti per la produzione di energia solare, quindi prevedendo subito una variante al Piano Regolatore, in armonia con la piena tutela dei valori architettonici, archeologici, storici e culturali. Per questi obiettivi proponiamo ufficialmente la creazione di un Tavolo istituzionale tra l’Amministrazione, Legambiente, le Associazioni e i Comitati politici, culturali e ambientalisti del territorio.

Un momento importante soprattutto per i cittadini i quali, oltremodo, potranno venire a conoscenza della previsione di un pacchetto di futuri incentivi e agevolazioni, tra cui la concessione di aree demaniali, incentivi fiscali ed economici, la promozione di corsi professionali. Dunque, si tratta di una occasione per la nascita di nuove iniziative improntate sulla riduzione del consumo energetico e la diffusione di una nuova cultura sullo sviluppo di fonti energetiche alternative che richiama anche un nuovo modo di pensare e di rapportarsi al modello energetico e molto più complessivamente allo ‘stile di vita’ di ogni individuo.

A tal proposito, in passato già maturammo la proposta di aderire al progetto ideato dalla direzione energia e trasporti della Commissione europea Votiva. I Comuni assumono un ruolo fondamentale sul piano della promozione delle finalità della legge: si parte dall’applicazione delle norme sui nuovi insediamenti e costruzioni civili e produttive di uso pubblico e privato, arrivando all’autosufficienza energetica da fonte solare di tutti gli edifici pubblici. A nostro avviso, siamo solo all’inizio. Le iniziative sull’utilizzo di fonti alternative di energie e della riduzione del consumo energetico devono essere al centro del dibattito politico e culturale cittadino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico