Home

Maradona è tornato in Italia: “Non sono un evasore fiscale”

 Come annunciato, Diego ArmandoMaradonaè tornato in Italia. Il campione argentino è arrivato all’aeroporto di Fiumicino alle 13.25 di lunedì con un volo di linea della compagnia Emirates da Dubai.

Ad accoglierlo il suo avvocato Angelo Pisani. Piumino nero, tuta nera, occhiali scuri, Maradona, appena sbarcato allo scalo romano, è stato circondato nel tragitto dall’aereo alla sala transiti da decine di passeggeri che lo hanno bersagliando di foto ricordo, urlandogli “Bentornato Diego”. Scortato da funzionari della polizia, è stato condotto all’uscita del terminal 3 dove ad attenderlo c’era anche una schiera di cronisti e telecamere.

“LA JUVE HA UNA GRAN FORTUNA”. “A juventino!”. Così Maradona ha chiamato, scherzando, un passeggero tifoso juventino che lo stava fotografando con un cellulare con la mascherina bianconera. E’ successo nel people mover, il trenino che accompagna i passeggeri dal punto di sbarco del terminal satellite alla sala transiti. Poi, sorridendo, una stretta di mano con il tifoso. “Quando la Juve giocava contro di noi aveva sempre paura”, ha aggiunto ridendo. Alla domanda di come finirà la partita del San Paolo venerdì prossimo ha aggiunto solo che “la Juve ha una gran fortuna”. Quindi, scherzando con chi gli era accanto, in una bolgia tra i numerosi passeggeri che lo avevano riconosciuto e letteralmente accerchiato, ha ricordato la “mitica punizione” che segnò a Tacconi nell’incontro vittorioso del Napoli contro la Juventus al San Paolo negli anni ottanta.

IL DEBITO DI 40 MILIONI. Maradona, come riferito l’altro giorno dal suo legale, dovrebbe partecipare ad una trasmissione televisiva lunedì sera e poi tenere una conferenza stampa martedì a Napoli sulla causa che lo contrappone da anni al Fisco italiano.Lo scorso 1 febbraio l’Agenzia delle Entrate aveva sottolineato che nessun “sconto” sarà concesso a Maradona dal Fisco, che dovrà pagare fino all’ultimo euro della multa da 40 milioni di euro causata da evasione fiscale. Fino ad oggi famosi sono gli episodi di pignoramenti di oggetti preziosi, da parte della Guardia di Finanza, ogni qualvoltal’exfantasista del Napoliha messo piede sul territorio italiano.

L’AVVOCATO: “DIEGO CHIARIRA’ TUTTO”. “Maradona viene in Italia come promesso perchè ama l’Italia e vuole chiarire all’opinione pubblica che non è mai stato un evasore fiscale”, ha detto all’aeroporto di Fiumicino l’avvocato Pisani, in attesa dell’arrivo dell’ex fuoriclasse del Napoli. “Maradona vuole riabbracciare i napoletani e rivedere Napoli. – ha aggiunto l’avvocato – Vuole spiegare che non è un evasore per il semplice fatto che l’accertamento fiscale, presupposto di questa scandalosa vicenda, è stato già giudicato nullo dai giudici e la stessa nullità che vale per Ferlaino, Careca ed Alemao vale anche per Maradona”.Il riferimento dell’avvocato è ad una decisione dei giudici tributari di Napoli che, però, pur considerando “estinti i giudizi relativi alla fallita società sportiva Calcio Napoli e al calciatore De Oliveira”, aveva anche disposto il rigetto della richiesta di “adesione” fatta dal calciatore Maradona. “Diego ha il massimo rispetto per le istituzioni italiane, vuole incontrare i rappresentanti del Fisco per valutare tutta la documentazione che lo riguarda. Perchè non esiste nessuna sentenza di condanna a carico di Maradona, che vuole parlare con il Capo dello Stato per far comprendere che non si può perseguire un cittadino per un accertamento fiscale inesistente”, ha continuato il legale, annunciando che Maradona si sposterà subito a Napoli: “Riabbraccerà i suoi amici, vedrà stasera la partita del Napoli poi domani terrà una conferenza stampa nella sala Masaniello, un luogo simbolico per far prevalere la giustizia, la verità, la legalità. Lascerà l’Italia presto per tornare a Madrid per alcuni tornei, ma ha promesso che tornerà per vedere la partita del Napoli. Maradona è innamorato dell’Italia e di Napoli, è un bene di tutti e speriamo possa rappresentare una nuova energia per la squadra del Napoli e per i tifosi”.

UN FIGLIO NASCE E UN ALTRO QUERELA. Maradona, poi, di recente è chiamato ad affrontare vicende personali, nuove o vecchie che siano. Infatti, mentre un figlio nasce (Diego Fernando, avuto dalla compagna Veronica Ojeda, con la quale però è in crisi), un altro figlio querela. Diego Armando Maradona junior, oggi 26enne, insieme alla mammaCristiana Sinagra, hanno denunciato Maradona senior per diffamazione a mezzo stampa. L’esposto si riferisce ad alcune dichiarazioni rilasciate il 28 novembre scorso da Victor Stinfale, avvocato argentino di Maradona, anch’egli denunciato, il quale affermò, tra l’altro, che Diego junior era nato in conseguenza di un “rapporto occasionale”. Il legale sostenne anche, sottolineano i querelanti, che Maradona avrebbe corrisposto quasi un milione di euro alla Sinagra e al figlio “a fronte di un loro silenzio mediatico sulla vicenda”. Circostanza già smentita in passato dallo stesso Diego junior.

IL VIDEO-APPELLO. A seguire il video-appello, dello scorso 5 febbraio, in cui Maradona chiede di voler tornare in Italia da uomo libero:

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico