Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, i candidati del Pd incontrano gli elettori

 CASAPESENNA. Domenica 17 febbraio, alle ore 10.30, il Partito Democratico di Casapesenna, ha aperto ufficialmente la sua campagna elettorale al centro sociale “Antonio Cangiano”.

Tra i presenti Vincenzo Cuomo, candidato al Senato della Repubblica, Enzo Amendola, candidato alla Camera dei Deputati, il consigliere regionale Nicola Caputo, Raffaella Zagaria, candidata alla Camera, che ha coordinato gli interventi sul tema “Uno spiraglio per il nostro territorio”.

“Il titolo – affermano dalla sezione di Casapesenna – è già una garanzia di quanto i politici del Pd siano interessati a rilanciare l’agro aversano, flagellato, purtroppo e soprattutto negli ultimi anni, da seri problemi, tra i quali spicca quello della criminalità organizzata. Problemi che i candidati vogliono risolvere a tutti i costi, per consegnare al nostro territorio la tranquillità, l’attenzione e la legalità che gli spettano”. Il confronto è stato, dunque, un’ottima occasione “per toccare con mano – spiegano dal Pd – e soppesare le intenzioni dei candidati, per interrogarsi e apprezzare le tante proposte concrete volte al riscatto delle generazioni future di un’area che nel passato recente è stata completamente abbandonata da un classe politica che ha trascurato i veri problemi territoriali”.

“La nostra intenzione – continuano i democratici – è, quindi, quella di affrontarli e risolverli; Ripristino della Legalità non solo con il concorso della Magistratura e delle forze dell’ordine, ma serve realizzare un percorso programmato che dovrà vedere coinvolte tutte le agenzie educative; Sviluppo e occupazione per i giovani che da troppo tempo pagano lo scotto di una classe politica che li ha abbandonati a sé stessi, danneggiandone l’immagine e le possibilità in termini sociali; Ridare credibilità attraverso atti concreti a quelle classi economiche e professionali, solitamente legate all’imprenditoria, che hanno avuto da sempre il coraggio di affrontare la criminalità dilagante e che devono essere rappresentate in modo coerente e corretto e di certo non abbandonate a sé stesse.; Bonifica ambientale in un’area che negli anni è stata oggetto di traffici illeciti di rifiuti speciali e pericolosi, che testimoniano l’assenza delle istituzioni a qualsiasi livello di intervento e che hanno permesso alle organizzazione criminali di spadroneggiare a discapito della salute dei cittadini; Dichiarare lo stato di calamità sul territorio per l’alto indice di inquinamento prodotto dai rifiuti speciali e pericolosi (ecomafie) per garantire uno dei diritti più elementari ai cittadini del territorio quale il Diritto alla Salute; Utilizzare i beni confiscati per fini sociali; Tracciare una linea netta di confine tra i poteri legali e illegali; Prevedere un fondo economico per rilanciare dal punto di vista dello sviluppo,della formazione,della scuola e dell’occupazione questo nostro territorio al fine di debellare definitivamente la cultura dell’illegalità”.

Lello De Rosa ha commentato:“Mi preme ringraziare tutti i rappresentanti del Pd regionale e provinciali che sono intervenuti a questa importante manifestazione. Li ringrazio per l’attenzione che hanno mostrato in una terra devastata dalla criminalità organizzata e per le note vicende giudiziarie. Ma soprattutto voglio ringraziare i cittadini, accorsi numerosi per ascoltare la proposta politica che il Partito Democratico mette in campo per i comuni che fanno parte del cosiddetto ‘triangolo della morte’”.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico