Aversa

Tribunale, Villano: “Nobis difende l’indifendibile”

 AVERSA. “Capiamo l’imbarazzo e la rabbia di chi viene chiamato a difendere posizioni politiche indifendibili, ma questo non autorizza a trascendere nei modi. Ma si sa, la politica è anche questione di stile”.

Questo l’incipit del comunicato stampa del consigliere comunale del Pd Marco Villano che risponde al collega consigliere Nico Nobis sulla vicenda della riorganizzazione dei tribunali attuata dal governo “tecnico” di Mario Monti che dovrebbe portare all’abolizione della sezione distaccata di Aversa del tribunale di Santa Maria Capua Vetere e l’annessione dei 19 comuni dell’Agro Aversano al costituendo tribunale di Napoli Nord per la quale gli aversani tutti, al di là dei colori rivendicano, la sede nella città normanna.

“Il problema – riprende l’esponente democratico – è puramente politico. Il decreto legislativo in questione è un parto dello stesso Monti contro il parere di tutti i partiti che lo sostenevano. Oggi il sindaco sostenuto da Nobis, Giuseppe Sagliocco, e il suo partito, Noi Aversani, appoggiano senza se e senza ma, il premier uscente. Il resto sono tutte parole, la politica concreta si fa con i fatti e non con i proclami come Berlusconi, prima, e Ciaramella e Sagliocco hanno fatto o stanno facendo ora”.

“Il tema in discussione è quello della difesa – continua Villano – della provincia di Caserta, delle sue prerogative e del suo sviluppo. Tutto il resto sono parole e proclami. Il nostro territorio non può continuare ad essere sempre mortificato e umiliato”. “Sfido – conclude sull’argomento il consigliere progressista – a trovare un aversano che non voglia il tribunale ad Aversa, sarebbe da stupidi. Tutti noi lo vorremmo; anzi, io vorrei anche il Colosseo se fosse possibile!”.

In chiusura una doppia richiesta a Nobis e alla maggioranza di cui fa parte: “Si, è vero, non siamo avvocati e cogliamo l’occasione per chiedere ad un avvocato, ad una persona come Nobis sempre bene informato, soprattutto su materie come contenzioso e bilancio, chiarimenti sulle modalità di scelta da parte della commissione del legale che dovrà rappresentare l’amministrazione nelle opposizioni alle sanzioni amministrative e come intende, lui e il suo sindaco Sagliocco, risanare le casse comunali con il fitto ad un privato dell’Infopoint di meno di 150 euro al mese, chiudendo nel cassetto il sogno di un salto qualitativo della nostra città con buona pace del Pdl che lo aveva proposto e dei vari Touring e associazioni vari che promuovono il turismo nella nostra, questa si, Aversa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico