Aversa

Nucleo ecologico eleva oltre 20 multe alle grandi utenze

 AVERSA. Negli ultimi giorni il nucleo ambientale dei vigili urbani ha elevato oltre venti contravvenzioni nei confronti di grandi utenze che non differenziano correttamente i rifiuti.

Lo annuncia il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, che spiega: “La Città di Aversa è cresciuta nelle percentuali di raccolta differenziata, ma c’è ancora molto da fare e lo dimostra il lavoro certosino del nucleo ambientale che ha scovato alcuni grandi utenti che ancora non fanno la differenziata”. Tra le grande utenze sanzionate nei giorni scorsi c’è il la pizzeria da asporto il Pizzo, i bar Melagodo e Sunrise, i ristoranti Costanzo e Ciocciotto ed il ristopub Pepe Bianco. Inoltre nei giorni scorsi si sono conclusi i lavori, ad opera dei vigili urbani, di misurazione dei gazebo esterni di tutte le attività commerciali cittadine. Adesso i dati sono in possesso dell’ufficio tributi che sta analizzando eventuali discrasie in tema di Tarsu.

“Con il lavoro dei vigili urbani e dell’ufficio tributi – ha spiegato Sagliocco – andiamo a verificare se ci sono delle discrepanze tra i dati in possesso relativi al pagamento della Tarsu e la reale occupazione dei locali”. Continua, quindi, il lavoro del nucleo ambientale dei vigili urbani, nucleo svincolato dal comando dei vigili urbani e coordinato dal primo cittadino in prima persona. “Gli uomini della polizia ambientale – ha spiegato ancora Sagliocco – stanno lavorando alacremente affinché siano rispettate tutte le norme in tema ambientale e stanno verificando, soprattutto presso le grandi utenze, che i rifiuti siano differenziati. Continueremo a porre in essere controlli affinché gli sforzi della maggior parte degli aversani virtuosi e collaborativi non siano vanificati da pochi inadempienti ed incuranti delle norme”.

Il sindaco, che dal primo giorno ha lavorato affinché si alzasse la media della raccolta differenziata, poi spiega: “Con poche e semplici norme non solo facciamo crescere la percentuale di raccolta differenziata, ma possiamo ridurre il carico economico a cui deve far fronte l’Ente Comune e quindi il cittadino per garantire un corretto ed adeguato servizio di raccolta”.

Conferendo maggiori quantitativi di raccolta differenziata e quindi sversando in discarica minori quantità di indifferenziato, si riduce il costo di smaltimento dei rifiuti e ciò fa ben sperare per il futuro. Inoltre in questi primi mesi di amministrazione Sagliocco anche le grandi utenze come l’ospedale o l’opg hanno cominciato, cosa che prima non facevano, a differenziare i rifiuti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico