Aversa

Infopoint, Galluccio: “La sua destinazione è turistico-culturale”

 AVERSA. Purtroppo, mio malgrado, mi tocca intervenire per ribadire e ricordare la storia dell’acquisto dell’Infopoint da parte dell’amministrazione passata.

Ribadisco che esso nacque con l’intento di supporto a un’idea di turismo culturale a cui la città di Aversa può aspirare. Nel 2009 sia il Consiglio comunale, con una variazione di bilancio approvata dalla maggioranza del consiglio comunale di allora, con il voto favorevole anche di alcuni esponenti della lista ‘Noi Aversani’ di oggi, sia la giunta autorizzavano all’acquisto di questo manufatto per poter potenziare l’informazione sulle tante iniziative culturali da poter dare alle numerose persone che ogni utilizzano la stazione di Aversa, che è la terza stazione in Campania per numero di utenti giornalieri.

E’ vero che fino ad oggi non c’è stata l’apertura per alcuni vicissitudini dovute alla posizione iniziale, che fu concordata con il proprietario della piazza, ossia le Ferrovie dello Stato, ma è anche vero che la commissione turismo e grandi eventi con la riunione dell’11 dicembre, all’unanimità dei presenti (i consiglieri Paolo Galluccio, Perillo, Bisceglia e il sottoscritto), dava una soluzione e un indirizzo sulla procedura pubblica di come poter dare in uso la struttura.

Di certo l’idea di un’edicola con una piccola bacheca snaturerebbe l’indirizzo e la volontà di Consiglio, commissione, della giunta di allora e della commissione attuale perché se doveva essere questo il fine quel manufatto non sarebbe mai stato acquistato. Vorrei anche ricordare che un secondo step dell’Infopoint era quello di creare i famosi percorsi turistici con alcune associazioni del territorio da pubblicizzare su ampia scala, partendo da esso fino ad arrivare al Ente provinciale per il turismo e ai tour operator.

Certo, la struttura potrebbe anche diventare una rivendita di giornali ma sempre gestita da chi è competente in materia turistica e informativa della nostra città. Il mio non è contestare ma proporre soluzioni per le quali i cittadini ci hanno demandato partecipando nelle decisioni dell’amministrazione, come ha detto il capogruppo Dello Vicario.

Non dovrei essere io a ricordare che il sale della politica e della democrazia è il confronto, che non deve mai mancare. Comunque, se un Infopoint nasce tale, così dovrebbe essere utilizzato, soprattutto se si è convinti che Aversa può avere uno sviluppo turistico con tutte le bellezze che abbiamo e sulle quali forse non è mai creduto.

Michele Galluccio, consigliere comunale Pdl

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico