Sessa Aurunca - Cellole

Giovani impegnati in tirocini aziendali

Italo CalenzoSESSA AURUNCA. Sono già al lavoro i tirocinanti selezionati dopo l’emissione del bando nell’agosto 2012 dall’assessorato alle Politiche Giovanili, servizio InformaGiovani del Comune di Sessa Aurunca e l’Osservatorio Economico per lo Sviluppo della Cultura Manageriale D’Impresa (Oescmi).

Quattro laureati e quattro diplomati dai 18 ai 34 anni, effettueranno tre mesi di tirocinio formativo presso aziende pubbliche e private, operanti in vari settori, per acquisire quelle competenze necessarie per favorire il proprio futuro professionale.

Ecco i giovani diplomati e laureati inseriti nel mondo del lavoro: Noemi De Nicola presso l’azienda Villa Matilde; Gaetano Francesco Ufficio Tecnico del comune di Sessa Aurunca; Cristian Di Pietro, Grandi Magazzini Paparcone; Giuseppina Fava, ufficio Beni Culturali; Maria Rita Di Matteo, Ufficio Tributi; Loffredo Antonio Ufficio Ragioneria. Un altro traguardo raggiunto dall’ufficio Informagiovani di Sessa Aurunca vero riferimento per i giovani del territorio orientati, formati e inseriti costantemente nel mondo del lavoro.

Da anni capitanato dalla dottoressa Franca Croce che insieme all’assessore Italo Calenzo, anche quest’anno hanno pianificato molteplici attività: per la prima volta è stato presentato il progetto relativo al Servizio Civile per un numero di dieci giovani che unitamente all’esperienza professionale potranno usufruire di 433 euro per dodici mesi. Inoltre è stato previsto un Campus di orientamento e formazione per tutti gli studenti delle scuole superiori, in piazza mercato con circa venticinque stand, subito dopo Pasqua.

L’unico rammarico è quello manifestato dalla Croce relativamente ad un progetto promosso da Sessa in qualità di Centro insieme ai Punti Informagiovani di Carinola e Francolise, regolarmente finanziato dalla Regione per 40mila euro e che attualmente rischia di naufragare.

Il progetto (Azione A – L.R. 14/2000 2008/2009) prevedeva il potenziamento della dotazione di personale e professionalità dei Centri Informagiovani e dei relativi Punti, tradotto in pratica vuol dire almeno due assunzioni per sei mesi. Nel frattempo Sessa nel 2010 cede volontariamente il ruolo di Centro capofila a Carinola, che riceve un acconto di ben 27mila euro per procedere all’attuazione del progetto.

Purtroppo però a distanza di circa tre anni, nonostante le sollecitazioni dell’ufficio Informagiovani di Sessa e intimazioni da parte della Regione Campania a procedere, pena la perdita del finanziamento, della realizzazione del progetto nemmeno l’ombra. Una situazione deplorevole che tutti sperano si risolva al più presto per provare che il sostegno ai giovani del territorio non sia solo apparente ma sostanziale.

Nella foto Italo Calenzo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico