Sant’Arpino

No ai roghi tossici, Capone: “Priorità del mio programma”

Francesco CaponeSANT’ARPINO. “Ho assistito con grande attenzione all’incontro tenuto alla scuola elementare ‘Rodari’ nel comune di Cesa e sono stato colpito dai dati emersi nel dibattimento”.

Lo ha dichiarato Francesco Capone, candidato sindaco del movimento ‘Sant’Arpino Libera@Democratica’ che ha partecipato all’evento organizzato da un gruppo di giovani cesani, che, dopo la raccolta firme del comitato ‘No ai roghi tossici’, ed in collaborazione con il Forum dei Giovani, ha fortemente voluto l’incontro a cui hanno partecipato esponenti della società civile e del mondo politico.

“Il monito di maggior rilevanza – sostiene Capone – è stato senza dubbio quello di padre Maurizio Patriciello che ha sottolineato un passo importante, che rispecchia la triste realtà dei nostri tempi. Perché lo scempio che coinvolge e sconvolge le nostre terre e le nostre vite, abbia finalmente termine. Perché i nostri figli non abbiano a vergognarsi di noi. Perché il cancro non seppellisca loro e noi prima del tempo stabilito dal Signore. Perché si ritorni ad essere uomini creati a immagine e somiglianza di Dio. Perché ognuno ritrovi la dignità perduta. Ed è esattamente ciò a cui ognuno di noi deve tendere, ritrovare la dignità perduta, che risiede nel rispetto essenziale delle norme e della salvaguardia dell’ambiente”.

“Ciò che accade sulle nostre terre – continua Capone – è scandaloso. Cumuli di rifiuti che vengono dati alle fiamme con una regolarità quasi matematica. Sintomo di un’organizzazione ben precisa, con un fine ben preciso. Sembra che la camorra, dopo che le forze dell’ordine hanno incrementato i controlli sul territorio, stia usando un’altra strategia di attacco. Incendiare piccoli ceppi di rifiuti, su territori diversi, facendo di noi la cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’, sia più semplice che sotterrarli. Fa meno rumore, desta meno attenzione”.

“Come candidato sindaco – conclude Capone – questa sarà la priorità della mia amministrazione. Difendere i diritti di chi vive, respira e di tutte le persone che vogliono un futuro migliore. Qui, dove sono nati e dove ci sono gli affetti più cari. Pronti sempre a contrastare ogni speculazione, con la forza dell’onestà”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico