Sant’Arpino

“Da Atella a S.Arpino”, presentazione a Caserta

 SANT’ARPINO. Su iniziativa de la Piazza del Sapere – Terra di Lavoro, lunedì 28 gennaio 2013, alle ore 17, presso il Liceo Classico “Giannone” di Caserta si terrà la presentazione del volume “da Atella a Sant’Arpino – venticinque secoli di storia illustrata (edito da Guida), …

… scritto da Giuseppe Dell’Aversana ed Elpidio Iorio, con disegni di Elpidio Cinquegrana, in memoria di Giovanni Pezzella presidente della Pro Loco Sant’Arpino prematuramente scomparso. Alla serata, coordinata dalla docente Daniela Borrelli, prenderanno parte personalità del mondo delle istituzioni, della cultura e del mondo scientifico che si confronteranno con gli autori del volume di oltre 500 pagine, di cui circa 300 sono artistiche tavole a fumetti.

A fare gli onori di casa saranno il Presidente della Provincia Domenico Zinzi e il Dirigente Scolastico Salvatore Delli Paoli; mentre a relazione sull’opera saranno i docenti universitari Gianni Cerchia e Maria Luisa Chirico, e il giornalista Pasquale Iorio della Vp Aislo. Il volume, arricchito dai testi introduttivi di Vincenzo Mollica, Marco Rossi Doria e Francesco Paolo Casavola, si apre con la suggestiva vicenda storico – culturale di Atella, culla del teatro italico con le rinomate Fabule Atellane, e attraversa poi i secoli fino ad arrivare a raccontare eventi e personaggi dei nostri giorni. L’opera, presentata in anteprima lo scorso 5 ottobre nel comune alle porte di Aversa, è stata fortemente voluta da Gaetano e Filomena Pezzella, per ricordare la memoria del figlio Giovanni.

“Il volumone da Atella a Sant’Arpino – rimarca il giornalista del Tg1 Vincenzo Mollica racconta il miracolo di una comunità vitale fin dalle sue radici e il sentimento che ti inonda è come se raccontasse la storia di una nazione intera,è come una chiamata a rapporto di tutti quelli che da quel luogo sono passati,come testimoni o protagonisti di una vita che valga la pena di essere vissuta. Bene hanno fatto Elpidio Iorio e Giuseppe Dell’Aversana a consumare molte delle loro ore e dei loro giorni a far rivivere le storie che li hanno portati ad essere quello che sono, sono stati e saranno. Per fare questa cavalcata nell’avventura umana hanno scelto come forma di espressione narrativa anche il fumetto affidandolo al segno naif e popolare di Elpidio Cinquegrana”. Dunque venticinque secoli che vanno dalla fondazione di Atella alla Sant’Arpino di oggi. In mezzo, l’invenzione della satira, il passaggio di testimone tra la maschera di Maccus e la più recente Pulcinella; la fondazione del paese a opera di Elpidio; e ancora le vicende legate ai periodi Longobardo, Bizantino, Normanno, Svevo, Angioino, Aragonese, Borbone e garibaldino, fino agli Anni Cinquanta del Novecento quando «le lotte sociali per l’affermazione dei diritti dei contadini con importantissimi inediti che vedono, tra l’altro, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, allora giovane parlamentare, protagonista di battaglie per la tutela dei diritti». Gli ultimi trent’anni, infine, raccontano la storia recente, non meno ricca di testimonianze della vocazione culturale del centro casertano con iniziative come «Pulcinellamente» e la «sagra del Casatiello».

E gli autori dal canto proprio sottolineano: “La presentazione al Liceo Giannone ci dà l’opportunità di confrontarci con alunni, docenti, storici e studiosi in uno dei luoghi simbolo della formazione e della cultura di Terra di Lavoro. A loro racconteremo una storia che ha attraversato i secoli e che ancora oggi ha molto da dire alle nuove generazioni. Per questo – chiosano Dell’Aversana e Iorio – non possiamo che ringraziare Piazza del Sapere, il dinamico Pasquale Iorio e il dirigente Salvatore Delli Paoli che ci danno l’occasione di poter condividere un lavoro di passione e amore per le radici e l’identità locale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico