Sant’Arpino

Capone “Ho troppa stima di ‘Amo La Vita’ per crederla di parte”

Francesco CaponeSANT’ARPINO. “Provo profonda ammirazione e stima per l’attività dell’associazione ‘Amo la Vita’ e per queste ragioni sono rimasto sinceramente meravigliato dalla presa di posizione politica dei giorni scorsi in favore del sindaco uscente Eugenio Di Santo”.

Così il candidato a sindaco del movimento “Sant’Arpino Libera@Democratica”, Francesco Capone, che si dichiara “sorpreso da un sostegno esplicito che sicuramente rischia di sminuire l’importante azione di un sodalizio che in tutti questi anni si è distinto per l’ opera portata avanti sul territorio in favore di particolari categorie sociali quali gli anziani, i diversamente abili ed i bambini. Proprio perché ritengo fondamentale per la crescita civile di una comunità come la nostra l’azione di onlus composte da tanti volontari, credo che l’endorsement dell’associazione guidata dall’ottimo Pasquale Buononato, sia quanto di più sbagliato ci sia. A mio sommesso avviso, infatti, il mondo dell’associazionismo, penso a quello reale e non a quello fittizio e virtuale buono a dare solo qualche crisma di dignità a qualche personaggio in cerca d’autore, deve rimanere ben distinto dalla competizione politica. È bene che i due ambiti non si mischino anche perché l’azione portata avanti dalle associazioni è quanto di più nobile possa esserci e soprattutto deve essere terzo ed indipendente rispetto alle scelte della diverse formazioni politiche. Ovviamente non intendo dire che le onlus non debbono fare politica nel senso alto del termine, cioè confrontarsi con quanti occupano ruoli amministrativi e decisionali sulle azioni concrete e sui provvedimenti da mettere in campo in favore dei nostri concittadini”.

“Del resto – sottolinea Capone – non voglio credere che ‘Amo La Vita’ sia intenzionata a dialogare e confrontarsi solo con una parte, ed eventualmente a non avere alcun rapporto con un sindaco diverso da quello in carica, se i cittadini santarpinesi il prossimo maggio decideranno di accordare la propria fiducia a qualcun altro”.

“Sono certo – conclude Francesco Capone – che il Presidente Buononato espliciterà meglio il proprio pensiero e tirerà fuori “Amo la Vita” dalla competizione politica, rendendola super partes e protagonista della crescita sociale di Sant’Arpino a prescindere da chi sarà il prossimo sindaco”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico