Gricignano

Rifiuti, l’opposizione attacca la giunta. Lucariello: “Informatevi”

Antonio LucarielloGRICIGNANO. L’amministrazione comunale di Gricignano, e in particolare il delegato all’ambiente Antonio Lucariello, finiscono nel mirino dell’opposizione dopo il blocco della raccolta rifiuti sul territorio.

Un disagio dovuto allo stato di fallimento del consorzio unico di bacino delle province di Napoli e Caserta che, nonostante riceva regolarmente dal Comune la quota di adesione, ha lasciato da mesi gli operatori ecologici senza stipendi e senza mezzi adeguati, alcuni danneggiati, altri inutilizzabili e tutti senza copertura assicurativa. Una situazione che ha spinto il Comune a noleggiare navette da una ditta esterna e a farsi carico dell’elargizione degli stipendi ai lavoratori, addebitando gli importi al consorzio, ovvero stornandoli dalla quota mensile da corrispondere.

Ma ciò non è bastato poiché si è presentato anche il problema di dove sversare i rifiuti, viste le improvvise chiusure delle discariche che non consentono il prelievo dei sacchetti. L’amministrazione pensa alla soluzione definitiva, cioè quella di fuoriuscire dal consorzio e gestire in proprio il servizio di raccolta. Già nei prossimi giorni, infatti, potrebbe arrivare una decisione dalla giunta, che sta studiando la normativa per procedere.

Intanto, le strade sono colme di spazzatura e i consiglieri di opposizione Vincenzo Santagata e Vittorio Lettieri si chiedono perché non sia ancora attiva l’isola ecologica allestita in via Boscariello, nell’area cosiddetta del “campusantiello”, la cui apertura era stata annunciata per lo scorso primo gennaio. “Solo chiacchiere”, secondo i due esponenti delle minoranza che invocano il conferimento di vetro, multimateriale e oli esausti vegetali nell’isola ecologica per ridurre la presenza di sacchetti in strada.

A stretto giro, però, arriva la replica dell’ingegner Lucariello, delegato all’ambiente del sindaco Andrea Moretti, che, a nome dell’amministrazione, chiarisce: “Prima di accusarci di far ‘chiacchiere’ l’opposizione dovrebbe informarsi. Dalle accuse lanciate al nostro indirizzo, infatti, si evince che la minoranza non sa, o fa finta di non sapere, che finora la priorità dell’amministrazione in carica è stata proprio la gestione dell’emergenza rifiuti venutasi a creare per via dell’inefficienza del consorzio unico di bacino. E le azioni finora intraprese dalla maggioranza consiliarelo dimostrano”.

Per quanto riguarda la mancata attivazione dell’isola ecologica, Lucariello spiega: “Quando è stato emanato il decreto di apertura dell’area in questione la situazione non era ancora al collasso, giunto nei primi giorni del nuovo anno. Finora l’isola ecologica non è stata attivata poiché abbiamo voluto evitare che diventasse una discarica a cielo aperto. Quando il sistema della raccolta tornerà a regime allora provvederemo immediatamente ad aprirla”. “Tra l’altro – conclude Lucariello – già ci siamo attivati per la gestione autonoma del servizio di raccolta e nei prossimi giorni contiamo di trovare una soluzione definitiva”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico