Esteri

Londra, precipita elicottero in città: due morti

 LONDRA. Un elicottero si schianta nel centro della città: due i morti.

È successo nei pressi della metropolitana di Vauxhall, vicino al Tamigi nella zona intorno alla sede dei Servizi segreti, gli 007 britannici.

L’incidente è accaduto mercoledì mattina durante il picco del traffico, alle 8.30 locali (9.30 in Italia),quando un elicottero, complice forse la forte nebbia, ha perso quota, ha colliso contro la gru del St. George Wharf, nuovo complesso commerciale e residenziale in costruzione. Il velivolo ha urtato la gru sulla sommità della St. George Tower, un grattacielo residenziale alto 181 metri, ed è poi precipitato in fiamme. Precipitando, ha provocato la morte di due persone, il pilota, l’unico passeggero a bordo del velivolo che nell’impatto ha colpito due automobili, e un’altra vittima. Ci sono poi 11 feriti, tra i quali uno molto grave.

Abbattendosi al suolo l’elicottero ha investito diverse automobili in strada. I detriti prodotti dall’urto sono stati scagliati sulle facciate degli edifici adiacenti che sono stati evacuati, mentre fonti dei pompieri riferiscono che quello che era resta del telaio della gru è precipitato. Testimoni oculari hanno riferito a Scotland Yard, intervenuta pochi minuti dopo lo schianto, che l’elicottero volava insolitamente basso.

L’inchiesta aperta dall’aviazione civile, che ha già rilevato le precarie condizioni di visibilità a causa della fitta nebbia e le nuvole basse, dovrà ricostruire la dinamica dell’incidente chiarendo se l’elicottero rispettava le norme per il sorvolo del centro città e se la gru era dotata dell’apposita illuminazione. Dai primi accertamenti condotti dalle autorità, pare infatti esclusa la pista di un attentato terroristico. La polizia londinese ha detto che nulla lascia pensare che lo schianto sia legato a un attentato terroristico.

Il punto in cui l’elicottero è caduto è vicino alla sede dei servizi segreti esteri britannici (MI6) e vicino alla nuova ambasciata americana, attualmente in costruzione. “Tutti hanno pensato che si trattasse di un attacco terroristico” aveva detto a Sky News un testimone oculare, Matt Harverson. L’intera zona colpita dall’incidente è stata evacuata per il timore che il carburante fuoriuscito dal mezzo alimenti il già vasto incendio sviluppato nella zona. È stata chiusa naturalmente anche la fermata della metropolitana.

Una colonna di personein fila sul ponte di Vauxhall, scortate dalla polizia. È questa la scena constatata dall’Asa sul luogo nel quale si è schiantato stamane un elicottero. Le forze dell’ordine stanno facendo lasciare le auto ai londinesi che si trovavano stamane dalla parte del fiume interessata dall’incidente e lì sta facendo attraversare il ponte, solitamente uno degli snodi principali nell’ora di punta per i londinesi che si recano a lavoro, e che ora è stato chiuso al traffico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico