Montemaggiore

Pietramelara, la cava San Nicola discarica a cielo aperto

 PIETRAMELARA. In questi giorni Pietramelara è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto.

“L’arresto del Consorzio Unico di Bacino, il mancato subentro della provincia ed il completo immobilismo del sindaco Luigi Leonardo e della sua amministrazione hanno determinato una situazione di disagio incredibile con i cittadini alle prese con mucchi di rifiuti disseminati davanti alle abitazioni”, commentano dal gruppo “La Svolta”.

“Un disagio – continuano dal gruppo – iniziato all’inizio del periodo natalizio ed affrontato attraverso un’ordinanza sindacale che ha affidato la raccolta ad una ditta privata solo qualche giorno fa; un caso più unico che raro che vede Pietramelara quale unico paese dell’alto casertano a trovarsi impreparato di fronte all’ennesima crisi rifiuti”.

Dunque, la raccolta, cominciata solo quando le strade erano stracolme di immondizia, non ha tenuto conto delle zone colpite da una maggiore criticità.E’ il caso di località San Nicola, dove la ditta è intervenuta il secondo giorno di raccolta solo dopo il pressante intervento del consigliere comunale del gruppo di opposizione “La Svolta” Giovanni De Robbio che, insieme al collega Andrea de Ponte, ha prontamente segnalato alla Polizia Municipale la grave situazione venutasi a creare in detta zona ed in maniera particolare presso le “Cooperative Giacomo Leopardi”, complesso edilizio abitato da oltre sessanta famiglie.

“Incredibile – commenta il consigliere De Robbio – riuscire ad ottenere quello che spetta a ciascun cittadino solo dopo una pressante azione politica di segnalazione e protesta. Sono soddisfatto per essere riuscito ad ottenere la raccolta in località La Cava, ma lo sarei ancora di più se queste cose avvenissero con la stessa spontaneità che i cittadini pietramelaresi usano per pagare le tasse tra cui, mai come in questo caso, spicca proprio la Tarsu”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico