Cesa

La conferenza stampa dell’Amministrazione Liguori

 CESA. Si è svolta venerdì 28 dicembre 2012 la conferenza stampa di fine anno dell’Amministrazione comunale guidata dal dottor Cesario Liguori.

A sette mesi dal loro insediamento il gruppo della coalizione di “Cesa al Centro” ha incontrato, nella sede dei partiti Pdl – Udc, i cittadini per esporre il lavoro compiuto e per illustrare loro i propositi per il futuro. Dopo i saluti di rito del sindaco Liguori, è intervenuto l’assessore alla Pubblica Istruzione Cesario D’Agostino il quale ha sottolineato l’austerità del momento storico che ha pesato gravemente sul bilancio comunale costringendo l’Amministrazione ad effettuare diversi tagli: “Sapevamo di dover affrontare un periodo difficile dal punto di vista dell’economia del paese ed è per questo che stiamo cercando di compiere dei piccoli passi per far sì che si possa recuperare denaro pubblico. In merito alla questione riguardante l’Istituto Alberghiero, vorrei sottolineare che l’Amministrazione comunale sta cercando di recuperare lo stabile di piazza ‘A. Moro’ per tutelare l’interesse della comunità cesana. Infatti la struttura, prima dell’istituto alberghiero, ospitava servizi fondamentali per la cittadinanza come la biblioteca comunale, il servizio di esenzione ticket ed il circolo anziani che sono attualmente ubicati in locali che gravano sull’erario comunale ad un costo di fitto pari ad 11mila euro annui”.

Soddisfatto del lavoro svolto l’assessore alle Politiche Giovanili Carmine Alma che ha parlato ai presenti dell’istituzione del Forum dei Giovani che è entrato nel vivo della sua attività aderendo ad un importante progetto di “Amesci” dal titolo “cittadini 2.0” che prevede anchela richiestadi alcuni progetti di servizio civile. Ha parlato di fase critica anche l’assessore al Bilancio e alle Politiche Sociale Nicoletta Bortone che ha affermato come sia stato approvato il bilancio nonostante i tagli effettuati dal Governo centrale e i debiti ereditati dagli anni passati: “Stiamo cercando di sfruttare tutte le risorse possibili per permettere di ristabilire le casse comunali che vivono uno stato di crisi e tutta l’amministrazione è al lavoro affinché si possa superare questa fase. Personalmente mi sono impegnata moltissimo anche sul fronte delle politiche socialiè per tale motivo che abbiamo deciso di apportare alcune modifiche alla distribuzione dei prodotti del banco alimentare al fine di rendere tutto più trasparente ed equo”.

Sette mesi di scuola, così Mario Di Donato ha definito il periodo passato alla guida del paese. Il consigliere delegato agli Eventi, infatti, ha spiegato come siano stati importanti questi sette mesi per entrare nel vivo della gestione amministrativa. In particolare Di Donato ha illustrato gli eventi organizzati in questi sette mesi come il cartellone degli eventi natalizi che ha previsto diverse manifestazioni che sono state organizzate in collaborazione con le associazioni presenti sul territorio cesano. La parola è poi passata al presidente del Consiglio comunale Marco Marrandino che è intervenuto spiegando innanzitutto il ruolo della commissione Statuti e Regolamenti che presiede e della quale fanno parte anche il consigliere Gennaro Re ed i consiglieri di minoranza Enzo Guida ed Antimo Dell’Omo. “Nello specifico la commissione Statuti e Regolamenti – ha spiegato Marrandino – è nata per fare in modo che siano definite delle regole poiché è proprio su di esse che si fonda un paese civile. Ovviamente è nostro intento ascoltare il parere degli interessati prima di rendere definitivi determinati regolamenti e per tale motivo abbiamo deciso di istituire un question time che con regolare scadenza permetterà all’Amministrazione di incontrare i cittadini e percepire le loro opinioni”.

A chiudere la conferenza stampa di fine anno è stato il sindaco Cesario Liguori che oltre ad fare un excursus dei lavori svolti ha anticipato anche le intenzioni della sua Amministrazione per il futuro immediato: “Il nostro gruppo è forte nell’affrontare le problematiche poiché sapevamo a cosa andavamo incontro già quando eravamo in campagna elettorale. Mi preme sottolineare, però, che al nostro insediamento noi non siamo partiti da zero ma da un buco di un milione e mezzo di euro. Tante sono le cose fatte ma tantissime sono le cose che si devono ancora fare ma vorrei focalizzare l’attenzione su due questioni. In primis abbiamo deciso di mettere mano al restauro parziale della Palestra del Fanciullo utilizzando il ricavato di un esproprio di terreni appartenenti al comune di Cesa. La somma, seppur esigua, permetterà l’inizio di un programma importante che, archiviati i progetti fantastici da milioni di euro, permetterà di rianimare uno spazio importante del paese. L’altra questione importante riguarda i consorzio dei rifiuti; come amministrazione abbiamo deciso di aderire alla società “Ambito Sud” creata in collaborazione con i sindaci di alcuni paesi limitrofi che facevano parte anch’essi del Consorzio dei rifiuti. Quindi, molte sono state le difficoltà e talune scelte hanno scatenato qualche polemica che però lascia il tempo che trova poiché noi stiamo operando per evitare che il comune finisca in dissesto finanziario; per cui siamo pronti e vogliamo affrontare tale crisi ma con al fianco cittadini che ci capiscano. Al nostro fianco ci dovrà essere anche il gruppo di opposizione che dovrà dimostrare uno spirito di collaborazione laddove si affrontano serie problematiche così come accaduto per la regolarizzazione del palazzo dei terremotati”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

'Ndrangheta, 18 fermi nel Reggino: c'è anche un sindaco - https://t.co/2TlwnhLOEI

Rapina in villa a Lanciano, il medico aggredito: "Pensavo che ci ammazzassero" - https://t.co/Qy0cnTDF2W

Di Maio: "Jobs Act? Una riforma folle che umilia le persone" - https://t.co/Gj4GLhMeph

Migranti e sicurezza, Salvini: "No asilo a richiedenti pericolosi o condannati" - https://t.co/tYzWooVHvU

Condividi con un amico