Pomigliano d’Arco - Castello di Cisterna

Rapina in una gioielleria: quattro arresti. Le immagini video

 CASAL DI PRINCIPE. I carabinieri della compagnia di intervento operativo del 6° Battaglione “Toscana”, in servizio straordinario di controllo del territorio di supporto all’Arma territoriale, insieme ai militari del nucleo radiomobile di Casal di Principe, …

… hanno intercettato ed arrestato i 4 malviventi che, nella mattinata di martedì, hanno rapinato la gioielleria “Pagano” di Casal di Principe. Erano da poco trascorse le ore 11 quando una donna è entrata all’interno della gioielleria, situata in corso Umberto, agevolando l’ingresso di un complice con il volto coperto da passamontagna che, armato di pistola calibro 9, ha minacciato il titolare dell’esercizio commerciale permettendo così l’accesso di altri due complici. Mentre il rapinatore armato di pistola teneva sotto tiro il proprietario della gioielleria e due clienti lì presenti, gli altri complici, in breve tempo, hanno svaligiato le vetrine del negozio di tutti i monili in oro, preziosi ed orologi esposti.

L’azione è durata pochi istanti, poi i malviventi si sono dati alla fuga a bordo di un’utilitaria intercettata dai militari della Cio che hanno immediatamente chiesto rinforzi ai colleghi della radiomobile di Casal di Principe, insieme ai quali sono riusciti a bloccarli in via Vaticale.

Gli arrestati, tutti provenienti dal napoletano (Gennaro Ferrara, 44 anni, di Giugliano, L.F., 23, di Napoli, Gianni Urgherait, 41, e Gennaro De Rosa, 45, entrambi di Casoria) dovranno rispondere di rapina aggravata, detenzione e porto illegale di armi e ricettazione.

Il video della rapina

Nel corso dell’operazione sequestrati la pistola calibro 9 luger, con colpo in canna e contenente ulteriori cinque cartucce calibro 9 all’interno del serbatoio, l’autovettura Fiat Uno, oggetto di furto denunciato a Pomigliano d’Arco lo scorso 9 gennaio, restituita al denunciante, oltre a cappelli, sciarpe e guanti in lana utilizzati nel corso della rapina. La refurtiva consistente in monili in oro, preziosi ed orologi, per un valore complessivo di 110mila euro circa, e la somma di 110 euro, asportati nel corso della rapina, sono stati restituiti all’avente diritto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico