Caiazzo - Castel Morrone - Piana di Monte Verna - Castel Campagnano - Ruviano

Castel Morrone, Unione Civica ironizza su “risponditore automatico”

 CASTEL MORRONE. Il paese è sempre più nell’incuria e nel degrado, ma in compenso dalle file dell’Amministrazione di Rinascita Morronese, sia in Consiglio comunale che attraverso i comunicati stampa,

… non arrivano mai delle risposte puntuali e precise circa il merito delle questioni, a volte drammatiche, che i Consiglieri dell’Unione Civica continuano diligentemente a sollevare.
Il ritornello della maggioranza sembra essere generato da un risponditore automatico ed è sempre una variante sui temi: abbiamo vinto le elezioni con largo margine e quindi facciamo come ci pare; non ci sono soldi perché c’è crisi e noi non possiamo farci nulla;
le cose sono complesse e voi oppositori, che evidentemente non siete abbastanza competenti in questioni amministrative, la fate troppo facile.
E’ chiaro che questa strategia evidenzia le gravi difficoltà dell’Amministrazione a risolvere i problemi dei cittadini che sono sempre più stanchi di slogan e promesse ed attendono risposte concrete ad esempio sul tema dei rifiuti che infestano il paese;
sullo stato delle strade, ridotte così male da generare quasi ogni santo giorno dei contenziosi legali con automobilisti e pedoni; sul degrado in cui versano le villette comunali abbandonate a se stesse, con le dotazioni e gli arredi ormai pericolosi ed inservibili;
sull’allarme per dei monumenti, come il Santuario di Monte Castello o la Chiesa Agp dell’Annunziata, che cadono a pezzi e sono ormai a rischio di crollare; sulla ragione dello stato di degrado del cimitero, parzialmente inagibile e, nonostante la proverbiale diligenza dei Morronesi, sempre più sporco per l’incuria degli Amministratori;
sulla proposta di ripristino dei principi elementari di giustizia e di lealtà, rimborsando sia gli automobilisti ingiustamente sanzionati da un autovelox pirata che i cittadini ingiustamente vessati da una Tarsu esosa e non corrispondente al servizio promesso;
sullo spreco di denaro pubblico generato dalla scelta di costruire quel fantomatico Teatro Comunale ridotto ormai ad un rudere marcescente che chissà quando verrà completato e a cosa dovrà servire.
Purtroppo questi ed altri argomenti sono sempre abilmente e scientificamente aggirati da parte dell’Amministrazione che così facendo dimostra di non riuscire a comprendere che a rimetterci saranno solo ed unicamente i cittadini di Castel Morrone e le già disastrate casse comunali.
Gruppo consiliare “Unione Civica per Castel Morrone”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico