Aversa

Rifiuti, Della Valle lancia allarme su sversamenti abusivi

 AVERSA. “C’è il rischio concreto di un consistente aumento degli
svernamenti abusivi di sacchetti di rifiuti nella nostra città. Con l’emergenza
che stanno vivendo i comuni confinanti ci si rende conto quanta immondizia sta
invadendo e continuerà ad invadere Aversa?”.

Il consigliere comunale del Pdl Gino Della Valle, ex assessore della
precedente giunta Ciaramella, lancia un allarme fondato. Le strade aversane,
soprattutto quelle che collegano la città normanna ai comuni limitrofi, si
stanno trasformando in tante discariche con cumuli di sacchetti ai bordi.
Cumuli che crescono a dismisura in strade come viale Olimpico o via Linguiti
(confinanti con Lusciano, che sta vivendo una crisi senza fine) o via Madonna
dell’Olio che confina con Gricignano e Cesa o via della Libertà lato Teverola.
“Non dobbiamo dimenticare – afferma ancora Della Valle – che i costi per
eventuali bonifiche sono altissimi e a pagare sarà sempre il cittadino al quale
viene addebitato per legge il costo del servizio di igiene urbana”.

Da qui la
richiesta dell’esponente della maggioranza di centro destra di rinforzare il
Nucleo Ecologico della polizia municipale, attualmente composto da cinque
compreso il responsabile, il tenente Salvatore
Tinto
. Quest’ultimo è visibilmente contrariato per quanto si stava
verificando e dichiara: “Stiamo facendo i salti mortali. I cittadini degli
altri comuni sono costretti a questi sversamenti abusivi anche ad Aversa perché
da loro non si raccoglie da tempo l’immondizia. Però, a loro dico attenzione
perché stiamo in allerta ed ogni verbale che eleviamo è di 200 euro e ne
abbiamo elevato numerosi”.

“Possibile – afferma ancora Della Valle – che non ci
sia un altra auto per dare agli agenti del Nucleo Ecologico la possibilità di
fare due punti di appostamento e controllo? I nostri pochi agenti del Nucleo
devono fronteggiare in questi giorni la crisi molto grave che sta attanagliando
i comuni confinanti con Aversa. Di questo problema il comando della Polizia
Municipale Si deve far carico. Dico, poi, che è assurdo avere un Nucleo Ecologico
dal lunedì al venerdì. Invito il sindaco a farsi sentire su questa questione
che sto pensando di portare in consiglio comunale”.

Intanto, nella giornata di
ieri, si è tenuto un incontro in questura per organizzare il gruppo intercomunale
di polizia municipale. Gruppo che, a quanto pare, in considerazione
dell’inconsistenza delle polizia municipale dei paesi più piccoli, rischia di
pesare, in quanto a pattugliamento delle strade comuni, quasi ed esclusivamente
su Aversa. Alla polizia municipale spetterà il coordinamento in una squadra che
vede impegnata la polizia di stato, la polizia provinciale e il corpo
forestale.

Questo nuovo organismo, fortemente voluto dal sindaco di Aversa Giuseppe Sagliocco che, sin dal suo
insediamento, aveva dato vita ad un tavolo permanente di consultazione tra
primi cittadini dell’Agro Aversano, soprattutto sulle tematiche ambientali e di
bonifica dei siti inquinanti, inizierà a breve il proprio lavoro. Nel corso
dell’incontro sono state individuate tre zone che saranno pattugliate da
“squadre” miste in due turni: Aversa – Casaluce – Teverola – Frignano con tre
vigili di Aversa ed uno per gli altri comuni; Lusciano – San Marcellino –
Trentola Ducenta con due vigili di Aversa e di Lusciano ed uno per gli altri
comuni; Carinaro – Gricignano di Aversa e Cesa, con due agenti di Aversa ed uno
per gli altri comuni. Insomma, Aversa si vedrà occupare ben quattordici vigili
al giorno, a fronte di un organico già dimezzato e si correranno concreti
rischi di non vedere più vigili urbani nelle strade cittadine e nei pressi
delle scuole per dirigere il traffico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico