Aversa

Parco Grassia, Migliaccio: “Abbiamo reso l’area fruibile”

 AVERSA. “Sono sorpreso e meravigliato nel leggere articoli sulle presunte inefficienze del parco Grassia”.

Così esordisce l’assessore Ninì Migliaccio, che continua: “In appena due mesi abbiamo bonificato e reso fruibile l’area del Parco Grassia, un’area che è stata oggetto di interventi migliorativi importanti. E mi chiedo: dove erano i censori di oggi allorquando dopo gli investimenti di centinaia di migliaia di euro di fondi Urban le strutture non sono mai state aperte con il conseguimento deperimento delle strutture stesse? L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Sagliocco, invece, appena insediata, subito si è attivata per l’apertura del parco Grassia facendo realizzare lavori di bonifica il tutto a costo zero considerando che tali lavori sono stati effettuati da operatori del comune diretti da Diego Diana e da Paolo Andreozzi. Ulteriori interventi di pulizia, poi, sono stati posti in essere dalla Senesi con i suoi dipendenti. Tali lavori hanno fatto sì che fosse riconsegnato alla Città in una condizione di fruibilità il parco, cosa che sembra abbastanza apprezzata dalla cittadinanza. Inoltre, per una cifra pari a circa 2mila euro è stato ripristinato il quadro elettrico che era stato divelto”.

“La struttura – continua Migliaccio – oltre ad essere stata ripresa nelle dimensioni attuali, quindi, sarà migliorata, così come nelle intenzioni dell’amministrazione comunale guidata. Tali miglioramenti sono stati già programmati e prevedono l’allestimento di giostrine per i bambini, il ripristino del verde e la piantumazione di alberi. Per tali interventi siamo in continuo contatto attraverso i canali istituzionali con la Regione Campania e con il dottor Eduardo Ucciero, dirigente regionale del settore agricoltura e verde”.

L’assessore poi sottolinea: “Nel contempo stiamo verificando anche la fruibilità di altre opere in primis i certificati e gli atti di collaudo anche di opere attualmente ‘funzionanti’”.

“Poi – qui lo sfogo di Migliaccio – c’è da analizzare anche un’altra questione ovvero quella relativa agli scrivani di mestiere e la domanda che mi viene spontanea è dove sono stati fino ad oggi questi amici?”.

“Intanto – conclude l’assessore – riteniamo di aver intrapreso la strada giusta fatta di operosità e pochi commenti che lasciamo a chi non ha un granché da fare e/o da dire e a coloro che scrivono con due penne”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico