Aversa

L’Itc “Gallo” commemora la Shoah

 AVERSA. E’ stato ancora una volta il “Gallo” a risvegliare le coscienze. Giovedì 24 gennaio, all’Itc “Alfonso Gallo” di Aversa, una manifestazione in ricordo della Shoah ha suscitato nei presenti momenti di intensa emozione e di sentita commozione.

L’incontro, a più voci, con la partecipazione di ragazzi, docenti e genitori è stato fortemente voluto dall’attivissima dirigente scolastica Vincenza Di Ronza, che da quest’anno, dirige l’istituto tecnico commerciale aversano.

L’happening culturale, di elevato spessore socio-politico, target formativo previsto nell’ambito del Progetto di Educazione alla legalità, è stato realizzato grazie all’impegno assiduo dei ragazzi guidati dai professori Campofreda, Conte, Denito, Galluccio, Lasco, Linardi e Perugini. L’intervento introduttivo, chiaro ed esaustivo della preside, ha evidenziato l’ineludibile valore del significato dei luoghi della memoria, nonché il concetto di memoria collettiva o pubblica.

Inoltre, la professoressa Di Ronza, ha asserito che ricordare vuol dire conservare viva nel cuore la memoria del passato, generando naturalmente corrispondenze biunivoche e binomi inscindibili quali “Cuore e Memoria”, “Cuore e Passato”, “Memoria e Passato”. Nel corso della manifestazione, che ha riscosso notevole successo, molteplici sono stati gli interventi degli studenti che hanno prodotto cartelloni, un book molto interessante, letto significativi brani antologici, proiettato filmati sull’Olocausto permeati da un realismo davvero sconvolgente.

L’entusiasmante serata si è conclusa con una testimonianza unica, da un luogo simbolo della memoria, della studentessa Virginia Barbato della classe V^L che, frequentando l’istituto comprensivo “Pascoli” di Gricignano, ebbe la possibilità di fare un viaggio ad Auschwitz e visitare il campo di concentramento nazista. Un ringraziamento speciale è andato a tutti i ragazzi che sono stati i veri protagonisti di una giornata memorabile, ricca di riflessione, di profondo interesse, di sagace ed attiva solidarietà umana.

clicca per

ingrandire

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico