Sant’Arpino

“Libera@Democratica” in piazza contro le cartelle pazze

 SANT’ARPINO. Non conosce soste la battaglia del gruppo Sant’Arpino “Libera@Democratica” contro l’invio di centinaia di cartelle esattoriali ai santarpinesi da parte dell’amministrazione comunale.

E così, dopo il successo della raccolta firme delle scorse settimane, anche nell’ultima settimana dell’anno solare la coalizione guidata da Francesco Capone sarà nelle piazze e nelle strade del comune atellano. In particolare, è previsto un volantinaggio in cui saranno sviscerati gli ultimi avvenimenti in merito ad una problematica che come era facilmente prevedibile ha infiammato questo inizio di campagna elettorale.

Ma, ovviamente, l’azione del gruppo di opposizione, oltre, che su questa improvvisa impennata dei tributi civici riguarda, è ampio e tende a mettere alla berlina tutto l’operato della giunta Di Santo.

In particolare, com’è noto, alcuni giorni or sono fu inviata un’istanza, indirizzata al Presidente del civico consesso, Antonio Guarino, al sindaco e per conoscenza al Prefetto di Caserta, Carmela Pagano, per discutere oltre che della situazione collegata alle cosiddette “cartelle pazze”, anche dello stato di salute, economico ed amministrativo, della Multiservizi “EcoAtellana”.

Una richiesta firmata dai nove consiglieri di opposizione, Elpidio Del Prete, Ernesto Capasso, Elpidio Maisto, Elpidio Iorio, Domenico D’Antonio, Adele D’Angelo, Giuseppe Savoia, Rodolfo Spanò, Giovanni D’Errico, scaturita dalla necessità di avere chiarimenti su cui vi è stata “solo un’informazione parziale, anche all’indomani dell’avvenuto cambio di gestione della società partecipata “EcoAtellanaMultiservizi” con la nomina dell’amministratore unico, architetto Francesco Murolo, e la conseguente modifica dello stesso assetto societario”. Su tale richiesta ancora si deve pronunciare il presidente dell’assise civica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico