Sant’Arpino

L@D si rivolge ai cittadini: “Valutate voi”

 SANT’ARPINO. Cari concittadini, in allegato potete leggere gli impegni politici, etici e di onore che la defunta “Alleanza Democratica” assunse con voi tutti a garanzia di una gestione corretta, trasparente, democratica e improntata al rispetto delle regole e della legalità.

Nel leggere vi accorgerete dell’abisso tra quanto scritto e i comportamenti avuti nel corso di questi anni. Sulla base di tali inadempienze e dopo una sofferta riflessione abbiamo deciso, con nomi e cognomi e senza il bisogno di doverci riciclare, di distinguere le nostre responsabilità da quelle di una ex-maggioranza priva del più elementare senso civico e disposta a sacrificare sull’altare del potere per il potere, coerenza, dignità e onore! Per queste motivazioni abbiamo lasciato e lo abbiamo fatto senza tradire, né pugnalare alle spalle alcuno, metodi certamente conosciuti e applicati da chi li scrive. Abbiamo avuto il coraggio, l’onestà politica e intellettuale di ammettere pubblicamente di avere fatto tale scelta con ritardo.

In base ai “Principi etici e pregiudiziali” l’avremmo dovuto fare molto prima; ma avevamo, sbagliando, sperato in un ravvedimento, in un sussulto morale di quanti stavano con noi in maggioranza. Invece, niente e nulla li ha portati ad un atto di coraggio ed onestà e ciò nonostante che alcuni di quelli, che ancora siedono in maggioranza, condividono il nostro dissenso così come più volte ci hanno confermato in privato.
Noi, codice alla mano e dopo aver riletto e riflettuto, abbiamo deciso di riprenderci il nostro onore e chiedere scusa ai cittadini. E lo abbiamo fatto rinunciando a incarichi e potere; mentre loro siedono comodamente sulle poltrone conquistate anche grazie ai nostri voti.

Ricordiamo che noi 4 abbiamo raccolto complessivamente circa 1300 preferenze; la lista di Alleanza Democratica vinse per meno di 1000 in più voti in più su quella del Pd, il che significa che oggi, senza di noi, sono nettamente in minoranza e ciò nonostante continuano ad esercitare il potere! E anziché dimettersi che fanno? Accusano noi di badare solo al potere! Assurdo!

Noi, a differenza vostra abbiamo avuto il coraggio di rinunciare alle poltrone, e lo abbiamo fatto con una dichiarazione corretta e dove abbiamo espresso solo ed esclusivamente opinioni e giudizi politici. In quella dichiarazione sfidiamo chiunque a trovare riferimenti ed espressioni di tipo personalistico ed offensivo.

Loro, invece, nel volantino di domenica scorsa hanno usato un frasario volgare, irriguardoso e incivile, con il deliberato scopo di “aggredire”, cercare la rissa, infangare e insinuare. Insomma tutto è fuorchè la dimostrazione di un confronto sereno, democratico e civile.

Il bello è che il volantino usciva nelle stesse ore in cui si celebrava il pensiero del nostro concittadino prof. Giuseppe Limone che ha sempre invitato soprattutto ad avere rispetto della persona e della sua dignità. Dunque se aveste fatto tesoro di quelle parole, avreste dovuto scrivere tutt’altro che: “ennesimo cambio di casacca”; “panzane, bugie, falsità al limite della denuncia penale (sic!)”; “faccia…quella di bronzo”; “quella dei peggiori infami”; “con una mano hanno preteso ed ottenuto..ed un’altra pugnalato alla schiena”; “vecchio scarpone politico”; “cane randagio”; “vostri porci comodi”!

Questo il florilegio degli argomenti per contestare la nostra civile e corretta dichiarazione che qui vi riproponiamo, insieme al documento della loro vergogna.

Voi continuate a disonorare quei principi, che vi invitiamo a rileggere, e ad offendere la verità e il Popolo santarpinese!

Cari concittadini, riteniamo di non dover aggiungere altro, se non invitare questi Signori ad arrossire per la vergogna, tacere e andarsene a casa!

Moderati perSant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico