Sant’Arpino

L’amministrazione agli avversari: “Facile spargere veleno”

 SANT’ARPINO. Se queste sono le premesse di avvio della campagna elettorale dello pseudo gruppo “emergente”, sono messi davvero male. È impensabile che continuino ad usare mezzucci subdoli per raccattare solo qualche voto.

Prima di chiarire tutte le sciocchezze in malafede che sono state inventate per far leva sul momento di fragilità che sta attraversando la cittadinanza santarpinese, ma in generale l’intera nazione, vi ricordiamo che tutti i cittadini contribuenti che desiderano ricevere informazione, assistenza amministrativa e legale, a recarsi c/o la Casa Comunale il martedì dalle ore 15 alle ore 18, dove sarà attivo uno sportello con la presenza del Responsabile del Servizio Tributi, Rag. Gennaro Petito, l’Assessore ai Tributi Salvatore Brasiello ed un rappresentante della società Iap. Informiamo la cittadinanza che all’inzio del prossimo anno promuoveremo un convegno per spiegare la reale situazione delle cartelle recapitate dalla società Iap.
Ricordiamo sempre ai “nemici” alias oppositori malvagi e cattivi che prima di intraprendere qualsiasi critica devono essere bene informati, ma a quanto pare hanno soldi da buttare in carta straccia che serve soloa ridicolizzarli ancora di più; attraverso la firma di una petizione da un lato vogliono mettere in discussione la posizione contrattuale della Iap, dall’altro promuovono ricorsi improponibili, e dulcis in fundo promettono agli ignari cittadini che firmando la petizione abbasseranno la Tarsu. Ridicoli!
Sono ridicole le speculazioni politiche ed elettoralistiche di questa gente priva di scrupoli ed a corto di argomenti, che cerca di arrampicarsi sulle legittime preoccupazioni delle famiglie santarpinesi per raccattare qualche consenso.
Nel concreto, se una persona possiede un appartamento di cento metri quadrati non è giusto che paghi la stessa tassa che spetta al possessore, ad esempio, di una villa di cento metri quadrati con annesse pertinenze varie, ed era quello che succedeva fino a questo momento. Solo facendo pagare per i corrispettivi dovuti e lottando contro gli evasori, si potrà abbassare la tassa! Ci auguriamo che i cittadini non si lascino ingannare da questi “arrampicatori politici”, ma che al contrario diano un concreto aiuto ai loro rappresentanti per risollevare le sorti del loro paese!
La concessionaria Iap durante l’orario di apertura sportello oltre a dare puntuale informazione, dietro nostra direttiva, provvede su richiesta di chiunque al rateizzo delle somme che sono state notificate senza il bisogno di nessuna pressione politica dei gruppi di opposizione o intercessione dei soliti azzeccagarbugli.
Vogliamo ricordare ancora che per intraprendere una qualsiasi azione bisogna presentarsi personalmente agli sportelli del comune e della società Iap. Diffidate da quanti Vi chiedono la lettera recapitata perché in alcun modo, questi mestieranti possono adoperarsi al Vostro posto. Vogliamo ricordare ai cittadini santarpinesi che in questi cinque anni le tasse comunali non sono mai state aumentate; anche l’Imu e l’addizionale Irpef che la quasi totalità dei comuni italiani ha considerevolmente aumentato, non sono state aumentate proprio per venire incontro alle legittime difficoltà della popolazione, ma non solo, nei primi mesi del prossimo anno l’Amministrazione Comunale attraverso una consultazione popolare, proporrà la restituzione del ruolo suppletivo 2010, pagato dai cittadini o la utilizzazione di tale somma per la realizzazione di un’ opera pubblica.
L’amministrazione comunale ha intrapreso un’opera forse impopolare, ma necessaria per stanare gli evasori: solo in questo modo si potrà avverare il famoso slogan “pagare tutti, pagare meno”.

Non è vero che la societa’ I.a.p. chiede il pagamento della Tarsu per i balconi, i terrazzi, le soffitte,i ripostigli, i sottotetti, i cantinati ed i garage.

Non e’ vero che sono state recapitate cartelle pazze, vi possono essere degli errori, nei limiti umani. capone e la sua sgangherata banda non sbagliano mai perche’ giocano sempre sulla pelle della gente inerme. Non e’ vero che questi soldi servono per ripianare un buco di bilancio, perche’ l’unico buco che esiste e’ posizionato all’altezza del cervello dei nostri oppositori.

Nel caso poi di cartelle che contengono per errore superfici non abitabili, i contribuenti possono ritirare dal prossimo 8 gennaio presso gli uffici comunali moduli per chiedere verifiche dello stato dei luoghi, verifiche che saranno svolte nel giro di qualche giorno per consentire ai cittadini di essere consapevoli della propria situazione.

Agli avvelenatori di pozzi (Comitato liberticida di Capone) diciamo che spargere veleno è facile, amministrare con lealtà senza paura dell’impopolarità è difficile, ci vogliono uomini con gli attributi, e voi state dimostrando di non averne. Amministrare la cosa pubblica è diverso che girare con una macchina pirata per Sant’Arpino invitando la gente non si sa bene a fare che cosa; la lealtà e la responsabilità sono doti essenziali per amministrare, non basta mettere un professionista a disposizione dei contribuenti, bisogna capire quale è la strada maestra per non illudere i cittadini e poi lasciarli soli perché a voi, conoscendovi, interessa solo il voto alle elezioni.

Vergogna!

L’Amministrazione Comunale di Sant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico