Santa Maria C. V. - San Tammaro

I Sammaritani: “Nel Pdl la menzogna è un’abitudine”

Carmine MunnoSANTA MARIA CV. Di solito l’approssimarsi delle feste natalizie è “sfruttato” dai genitori per indurre i loro bimbi a essere più buoni, a non fare marachelle, a non dire bugie.

Questo, evidentemente, non avviene in casa del Pdl, dove la menzogna è diventata un comportamento abituale, come dimostra il recente e costoso maximanifesto che le forze di opposizione hanno fatto affiggere in città per augurare ai sammaritani buone feste.

La verità è che l’unico “Albero… Fiorito” a Santa Maria Capua Vetere sarà quello che allieterà la casa di Salvatore Mastroianni, che di incarichi diretti alla Regione Campania è un esperto e che, grazie alle sue aderenze politiche (forse intendono questo quando parlano di “filiera istituzionale”?), di certo non passerà un Natale magro come la gran parte dei cittadini italiani. Bene farebbe l’opposizione a guardare la trave nel proprio occhio.

Bene farebbe l’opposizione a scendere in piazza – insieme all’amministrazione comunale, agli avvocati, ai magistrati, agli studenti – per opporsi alle scelte scellerate del governo sul tribunale di Santa Maria Capua Vetere: non mi risulta che ci sia stato un solo esponente della minoranza al recente corteo di avvocati e studenti e mi auguro che non avvenga la stessa cosa anche lunedì prossimo.

Bene farebbe l’opposizione a sottacere i problemi dei rioni periferici o di Campo Sorbo, da loro stessi lasciati incancrenire negli anni scorsi. Bene farebbe l’opposizione a non aprire, con tanta superficialità, quegli armadi dai quali uscirebbero scheletri a profusione. Bene farebbe l’opposizione, insomma, a dire la verità… E la verità è che questa amministrazione, nonostante la crisi economica che solo uno sprovveduto può addebitare a responsabilità del sindaco Di Muro, sta compiendo tutti gli sforzi possibili per rilanciare questa città. La ricetta vera per combattere fame e povertà è valorizzare le risorse di Santa Maria Capua Vetere ed è quello che stiamo facendo. Ognuno di noi può sbagliare, ognuno di noi può esprimere critiche o apprezzamenti.

Ma nessuno ha il diritto di spargere falsità in piena e consapevole malafede e, soprattutto, senza avere la coscienza a posto. E’ per questo che invito personalmente il signor Mastroianni a un incontro per discutere su progetti seri e fattibili, ammesso che ne abbia qualcuno in mente. Gli sto offrendo l’opportunità di dimostrare che è capace di concretezza e non solo di chiacchiere. Non la perda!

Carmine Munno, consigliere comunale “I sammaritani”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico