Orta di Atella

La Destra: “Bisogna cambiare rotta”

“La DestraORTA DI ATELLA. Il Circolo de “La Destra” vuole evidenziare alcuni fatti anomali che avvengono solo ed esclusivamente ad Orta di Atella, come ben sapete durante la gestione commissariale furono emessi provvedimenti di annullamento di alcuni permessi di costruire in località Viggiano, …

… per intenderci zona centro commerciale, gli stessi certamente oggetto di discussione legittima al Tar per l’eventuale validità o meno ebbero a creare notevoli disagi ai cittadini, non solo tutt’oggi sono delle spade di Damocle sulla testa dei disgraziati possessori di quegli appartamenti, i quali, con i risparmi di una vita, hanno acquistato un tetto e ora vivono con il patema d’animo di un eventuale rigetto del ricorso, che potrebbe portare gravi conseguenze economiche su tali investimenti.

Ebbene, pochi sanno che tale valanga di annullamenti fu scatenata dalla perizia-denuncia a firma di un tecnico locale, il quale andò a sollevare una serie di problematiche, giuridiche ed amministrative, le quali indussero i commissari ad emettere tali annullamenti (giusti sotto il profilo procedurale) e ad inficiare le attività amministrative delle passate consiliature sin dal lontano 2004, quindi su tutto l’operato della variante al Prg.

Nulla di che da eccepire, se non altro che il tecnico in questione oggi è stato premiato con un lodevole incarico da questa amministrazione, la quale è legata a doppio filo con il passato. Non è in discussione il valore dell’uomo, del tecnico, dell’esponente politico.

Altro grande esempio di linea di vita locale è quella di alcuni personaggi politici attuali, sia di consiglio comunale che di giunta, che di supporto a questa amministrazione,alcuni di essi sono stati i più ferrei, accaniti oppositori di un’era amministrativa andata e ritornata, ora essine sono i massimi difensori, a tal punto che si è premiato chi nel lontano maggio 2007 ebbe a brindare e pasteggiare, in una tavernetta, una disgrazia accaduta alnostro primoconcittadino, il quale forse oggi non distingue amici da parassiti e adulatori da franchi tiratori.

Attualmente, grazie all’Imu, le casse comunali sono stracolme, soprattutto con tutte quelle case ad uso ufficio, ma se si propone un progetto di miglioramento locale, anche di asfaltare una strada, ebbene soldi non c’è ne sono, o meglio ci sono solo se il progetto è politicizzato in un determinato indirizzo, oppure i soldi ci sono solo se si debbono dare incarichi a personaggi legati a doppio filo ad alcuni politici.

Senza pensare, poi, al grande dispendio di decreti e decretini esterni, i quali costano alla macchina comunale cifre a sei zeri, con presenza entro il perimetro del ente comune di persone, che si sono sempre dichiarate puritane, immacolate, linde, ovvero sono come la 25.000 lire (la ricordate, falsa, inesistente e fuori corso…).

Ma, come disse una volta un caro amico nostro che non è più tra noi, le cose ad Orta vanno bene, si vive bene, e taci il nemico ti ascolta. Ebbene, forse Orta e gli ortesi debbono capire come il nostro paese deve cambiare rotta.

Il Comitato promotore de La Destra – Orta di Atella

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico