Orta di Atella

Gli artisti del “Convicinio” espongono a Nocera Inferiore

 ORTA DI ATELLA. Da martedì 4 dicembre a domenica 9 dicembre è possibile visitare la mostra pittorica intitolata “Il Paesaggio”, al Convento di Sant’Antonio retto dai Frati Francescani Conventuali in Nocera Inferiore.

La mostra è stata curata dal critico d’arte Rosario Pinto per conto dell’Università delle Tre Età Nuceria, e vede tra gli espositori alcune opere di artisti legati al Convicinio di Orta di Atella: Domenico e Mario Falace, Silvano Battimiello e Salvatore Piccirillo. L’excursus figurativo è teso a sottolineare la categoria spirituale del paesaggio, visto come “Genius Loci” dagli artisti di ogni epoca. Il Paesaggio, quindi, altro non è che l’interazione tra l’uomo e lo spazio e la conseguente consapevolezza del valore “ambiente” che scaturisce da tale rapporto.

Le opere esposte vanno da vedute naturalistiche a quelle urbane, dai dipinti rinascimentali di Raffaello e Michelangelo, dove l’elemento architettonico è reso realistico grazie all’uso puntuale della prospettiva, alla tavola Strozzi, dipinta con minuziosità urbana. Man mano che passano i secoli il paesaggio da romantico diviene industriale, fino ad essere interpretato attraverso una robusta resa volumetrica dell’ambiente.

Tra i grandi del passato spiccano i nostri autori ortesi del Convicinio che con le loro opere esprimono l’Iperrealismo e l’Iperfigurazione, interpretando così al meglio il Realismo di denuncia degli anni ’70 e ’80. Durante questa settimana la mostra sarà visitata dagli alunni delle scuole nocerine, segno tangibile dell’importanza che l’arte assume nell’istruire le nuove generazioni ad una sensibilità quantomeno sociale ed etica. Grazie al Convicinio, costola illustre del Centro Studi Massimo Stanzione di Orta di Atella, si è reso possibile la divulgazione terapeutica della cultura atellana oltre i “limes” locali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico