Pomigliano d’Arco - Castello di Cisterna

Virtus Sinuessa Basket corsara contro l’Albanova

 MONDRAGONE. Se fosse un film si chiamerebbe “sfida tra i ghiacci”. Niente di eccezionale, un b-movie che vede come protagonisti le comparse (gli arbitri ed il campo), più che gli attori strapagati.

A concludere la prima giornata del campionato di prima divisone girone A c‘è Albanova – Virtus Sinuessa. Le due squadre si sono già incontrate in amichevole (vittoria della virtus ndr), ma come si sa, il campionato è un’altra storia. Temperature artiche nella tensostruttura di Casal di Principe, dove il freddo è l’avversario più ostico. Una ottima cornice di pubblico locale cerca di scaldare gli atleti in campo con un tifo fragoroso ed incessante che spinge i padroni di casa a dare tutto.

Pronti-via, la Virtus mette subito il naso avanti grazie ad una condizione atletica invidiabile ed una migliore proprietà di palleggio. La partita sembra però non decollare mai,a causa anche dei canestri che ‘sputano’ letteralmente fuori tutti i tiri. La virtus trova un ottimo Ceraso che spalle a canestro mette 9 punti immediatamente. I veri protagonisti però diventano i due arbitri che fischiano oltremodo qualsiasi cosa succeda in campo da ambo i lati.

A fine gara non saranno stati fischiati meno di 15 sfondamenti a squadra ed una miriade di passi, falli commessi e palle accompagnate che trascinano la partita a quasi 2 ore di gioco. Tornando al match, il primo quarto si chiude con gli ospiti a +5 sui locali con il risultato fissato sul 11-16.

Nel secondo quarto si inceppa qualcosa, poche emozioni in campo, tanti canestri sbagliati ed il solo pubblico a fare spettacolo sugli spalti. Scorrono i 10 effettivi con solo 9 punti a referto, 4 per i locali e 5 per gli ospiti, e si va al riposo lungo con il risultato di 15-21.

Alla ripresa Albanova sembra crederci di più, mentre è un black-out totale tra i mondragonesi che in un quarto intero riescono a muovere il proprio punteggio di un solo punto dalla linea dei liberi. Di contro, Casale piazza 6 punti a referto e si riporta sotto rientrando pienamente nel match e portandosi alla fine del quarto a -1 dagli avversari.

L’ultimo quarto inizia con delle brutte notizie per gli ospiti che perdono il play Mezzo, Di Rienzo e Ceraso, tutti per 5 falli. La squadra dopo essere andata sotto però riesce a risollevarsi grazie ad una bomba di Santoro che vale il contro sorpasso, ed una prestazione maiuscola di Zevoli (3 bombe a referto) che mettono la partita in “ghiaccio”.

Si segnala un buon Palmieri rimbalzista che però pecca tanto in attacco ed un ottimo Franciosa in difesa che ‘sega’ ogni azione avversaria nei suoi pressi oltre ad Albano, che gioca un match di campionato dopo oltre 3 anni di inattività. 11-17 l’ultimo parziale che mette la parola fine ad una partita mal giocata da entrambe le squadre e vinta dalla Virtus Sinuessa 32-39.

I mondragonesi vincono meritatamente e sembrano più squadra. In panchina i vari Romano (ottimo esordio), Attanasio e San Felice, tutti e 3 al debutto, sono ottime alternative che si ritaglieranno sicuramente spazi importanti durante la stagione.Non dimentichiamo Fella che ieri è stato letteralmente bloccato dalla temperatura ostile e che prepara il pronto riscatto già dalla prossima in casa.

Domenica 16 tutti alla scuola media statale “Michelangelo Buonarroti” di Mondragone per la sfida Virtus Sinuessa – Olympia Pomigliano d’Arco (ore 18:30).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico