Lusciano

Allarme rifiuti in via Linguiti: appello su Facebook

 LUSCIANO. Allarme degrado rifiuti in via Linguiti appartenente al territorio di Aversa, ai confini con il muro di cinta dell’ex ospedale psichiatra “Maddalena” e il territorio di Lusciano, dove, oltre alla massa di rifiuti e, alla presenza di ratti, come già, lanciato nel mese di ottobre dall’associazione culturale “La Bussola”.

Oggi, dal gruppo “Lusciano online” su Facebook parte un’ulteriore allarme, tra la massa di rifiuti ci sono anche ingombranti tra i quali materasso e frigorifero. A commentare sono vari iscritti dove si leggono alcune perplessità alla mancata del servizio da parte del consorzio di bacino unico, visto che, da informazioni dalla casa comunale, Lusciano è un comune virtuoso, il problema è sempre lo stesso, dove i cittadini pagano regolarmente la tassa sullo smaltimento dei rifiuti non hanno il servizio da parte del consorzio, ormai, dichiarato in uno stato di fallimento, paradossalmente, si presume un una proroga da parte dell’amministrazione presieduta dal commissario Mauro Passerotti.

Tra i vari interventi, si evidenzia, chi sostiene: “Tra l’inciviltà dei cittadini e l’indifferenza del Commissario Straordinario non so cosa sia più grave……ma i politici che affrettano ad organizzare riunioni, inaugurare di comitati, disegnare strategie elettorali, ma si sono resi conto in che baratro hanno portato Lusciano?”.

“Un fenomeno, probabilmente, accentuato, – scrive un altro utente – perché riguarda un tratto di zona ai confini di due comuni. A peggiorare le cose è il servizio della raccolta differenziata che ritarda, o meglio, abbandona la zona, forse con la ‘speranza’ che gli operatori di Aversa pensino che competa a quelli di Lusciano, o viceversa, causando sostanziosi accumuli di rifiuti”. Insomma, “occorrono un’immediata bonifica e derattizzazione dell’area per renderla più vivibile e dignitosa per il rispetto di un bene comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico