Italia

Meteo: freddo, gelo e vento fino al ponte dell’Immacolata

 ROMA. Freddo e neve a quote basse sino al Ponte dell’Immacolata. Lo annuncia in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera, che aggiunge come “ben tre perturbazioni polari metteranno fine ad un lungo periodo caratterizzato da temperature spesso sopra media che durava dall’estate”.

L’Italia è alle prese anche con l’inconsueto fenomeno delle trombe d’aria e dei cicloni come quello che ha provocato danni e un morto a taranto. Domenica in Liguria s’è verificata una situazione analoga che, fortunatamente, si è sviluppata in mare aperto senza creare danni.

Dopo il passaggio di un primo impulso freddo di lunedì con neve a quote collinari, un secondo raggiungerà velocemente l’Italia martedì 4 portando piogge e rovesci da Nord verso Sud ma anche neve sull’appennino centro meridionale sopra gli 800/1000m, a quote molto basse sulle Alpi con fiocchi non esclusi sino in pianura tra Emilia, basso Veneto e Friuli. Temperature in calo. Clima freddo ovunque.

Tra mercoledi 5 e Giovedi 6 gli ultimi fenomeni al Sud, nevosi sopra i 700/1000m, lasceranno spazio ad un miglioramento del tempo con temperature in lieve aumento.

“Ma si tratterà di una breve tregua”, prosegue l’esperto. Tra il 7 e l’8 dicembre giungerà una terza perturbazione che porterà piogge e rovesci su gran parte della Penisola con neve sui rilievi centro meridionali oltre gli 800/1000m, sin verso i 400/500m sulla dorsale settentrionale; a quote molto basse al Nord Est. Temperature di nuovo in calo, su valori minimi fino a -2/-4°C su Pianura Padana e interne del Centro, da Torino, Milano, Bologna, Arezzo; gelo sulle Alpi con minime fino a -10°C a 1200-1500m, -15°C a 2000m. Gelate anche sulle vallate appenniniche.

Elemento caratteristico di questo periodo sarà il vento di Maestrale che soffierà impetuoso su Sardegna, Basso Tirreno e Ionio. I mari risulteranno agitati con rischio di mareggiate sui tratti esposti. “La sensazione di freddo sarà acutizzata proprio dal vento che potrà raggiungere gli 80 Km/h specie in mare aperto e in montagna”, dice Nucera.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico