Italia

Il procuratore antimafia Grasso in corsa per il Pd

 ROMA. Il procuratore antimafia Pietro Grasso si candida con il Pd. Il procuratore, infatti, ha presentato al Csm la richiesta di aspettativa elettorale che verrà ratificata dal plenum alla riapertura dei lavori dopo la pausa delle festività, ovvero dopo l’Epifania.

Venerdì mattina la decisione del procuratore nazionale antimafia sarà formalizzata nel corso di una conferenza stampa alla quale interverrà anche Pierluigi Bersani alle 11.30 a Roma nella sede del partito.

Un plenum straordinario del Csmè stato fissato per lunedì sette gennaio – prima data utile dopo la pausa per le festività natalizie – e la seduta ratificherà le domande di aspettativa per motivi elettorali presentate dai magistrati in servizio tra le quali quella inoltrata dal Procuratore nazionale antimafia Piero Grasso.

Le domande non sono soggette a valutazione ma possono solo essere accettate da Palazzo dei Marescialli, comeè avvenuto nel caso di quella avanzata da Antonio Ingroia. Grasso correrà nelle file del Pd, probabilmente nel Lazio.

La conferma è arrivata da Pier Luigi Bersani: “Domani alle 11,30 a Roma, nella sede nazionale Pd, interverrò ad una conferenza stampa con il procuratore nazionale Antimafia Pietro Grasso”, ha scritto su Twitter il segretario del Pd. La discesa in campo di Grasso non arriva del tutto inaspettata.

“Io in politica? Mai dire mai…”, rispondeva il procuratore nazionale antimafia i primi giorni del gennaio di quest’anno interpellato a margine della commemorazione di Piersanti Mattarella a Palermo.

In quell’occasione Grasso aveva però negato un suo impegno in un partito: “Non guardo a un’eventuale esperienza politica sotto forma di schieramento con un partito, cosa che è estranea al mio ruolo, alla mia funzione e alla mia cultura. Penserei piuttosto a quella che ho definito una lista civica nazionale”, aveva poi detto il magistrato che ha cambiato idea.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico