Italia

Cocaina sull’asse Napoli-Taranto: 10 arresti

 TARANTO. Un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina, che operava sull’asse Napoli-Taranto, è stata smantellata dagli agenti della squadra mobile della questura di Taranto, …

… in collaborazione con le Squadre mobili di Napoli, Bari e del Commissariato di Giuliano che hanno notificato dieci ordinanze di custodia cautelare: quattro per la detenzione in carcere e sei ai domiciliari.

Le indagini, cominciate nel 2007, hanno consentito di accertare che gli indagati comunicavano attraverso un codice criptico: ad ogni lettera corrispondeva un numero. In carcere sono finiti Antonio Cerbero, di 52 anni, di Giugliano in Campania (Napoli); Bartolomeo D’Aprile, di 54, di Taranto; Salvatore D’Aprile, di 45, di Taranto; e Mario Peruggi, di 29, di Napoli. Sono stati concessi gli arresti domiciliari a Rachela Borzacchelli, di 53 anni, di Giugliano in Campania; Roberto De Tommaso, di 49, di Taranto; Cosimo Marseglia, di 55, di Taranto; Massimo Palma, di 45, di Taranto; Donata Presicci, di 51, di San Marzano di San Giuseppe (Taranto); e ad Antonello Pugliese, di 48, di Taranto.

Cerbero, in collaborazione con la moglie Rachele Borzacchelli, avrebbe gestito un traffico di droga tra la Campania e Taranto, avvalendosi di volta in volta di corrieri che consegnavano la cocaina. Il principale destinatario era Bartolomeo D’Aprile, che a sua volta provvedeva a custodirla, confezionarla e a fornirla alla sua rete di pusher. Nel corso delle indagini, sono stati arrestati tre corrieri trovati in possesso ogni volta di circa un chilogrammo di cocaina allo stato puro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico