Italia

Berlusconi: “Torno in campo per vincere”

Silvio BerlusconiROMA. “Palazzo Chigi non mi è mai mancato neanche per un minuto”. Loha detto l’ex premier Silvio Berlusconi.

“Ritorno con disperazione a interessarmi della cosa pubblica e lo faccio ancora una volta per senso di responsabilità. Entro in gara per vincere. Anche quando facevo sport, lavoravo, studiavo, non sono mai entrato in una gara per ottenere un buon posizionamento, ma sono sempre entrato in gara per vincere”, ha aggiunto il Cavaliere, per il qualela data del 10 marzo per le elezioni va bene: “Via il governo tecnico – ha detto – E’ ora che l’Italia abbia un esecutivo diverso”.

“Con grande senso di responsabilità – ha assicurato Berlusconi – continueremo ad appoggiare i provvedimenti che già sono in parlamento a partire dalla legge Finanziaria, ma è giusto che gli italiani tornino a una condizione che sia diversa da quella di un governo tecnico”. “Era chiaro a tutti che ci volesse un leader riconosciuto – ha detto l’ex premier – abbiamo cercato un Berlusconi del ’94 e non lo abbiamo trovato, ma non è che non lo abbiamo cercato, lo abbiamo cercato eccome, ma ‘el ghe nò”.

“Non so con che legge elettorale si andrà a votare, io spero ancora che verrà cambiata e speriamo si possa fare. C’è poco tempo, ma ce n’è a sufficienza”, ha poidetto rispondendo a una domanda sulla legge elettorale a Milanello.

E’ preoccupato per quanto sta avvenendo in Italia?E’ stato chiesto al premier Mario Monti a margine di un convegno a Cannes. “No, – ha risposto – mi sembra una situazione gestibile nella normalità della vita democratica di un Paese”. “L’Italia – ha aggiunto Monti – in un anno è uscita da una crisi estremamente grave e ha fatto riforme che nessun partito da solo poteva fare e che sono state possibili grazie al disarmo delle forze politiche. Vorrei dire che la politica italiana è complessa come le altre, ma mi permetto di sottolineare che ha fatto un passo in avanti che altri Paesi hanno più volte considerato di fare ma che non hanno fatto. Un anno fa l’Italia si trovava in un momento finanziario estremamente delicato come sottolineato in modo molto pesante e ufficiale proprio qui a Cannes (chiaro il riferimento al G8 in cui al governo Berlusconi fu chiesto di accettare gli aiuti del Fmi, ndr). Poi il governo italiano, il popolo italiano e il Parlamento italiano hanno deciso di uscire da una situazione estremamente grave e ha fatto un esperimento molto innovativo” dando vita ad una “strana maggioranza. E così partiti che non si parlavano e che consacravano tutte le migliori energie alla delegittimazioni reciproca hanno dato vita a una grande coalizione che ha saputo uscire da una situazione estremamente grave”.

Monti ha aggiunto: “Il fatto che con l’approssimarsi delle elezioni, che comunque sarebbero arrivate in aprile, il Pdl abbia deciso di ritirare il suo appoggio sistematico, introduce un elemento molto importante nella politica italiana, ma vorrei che non vi sfuggisse il risanamento di bilancio fatto in un anno”.

“La lotta all’evasione fiscale ripagherà i cittadini – ha detto il premier – Speriamo che vi sia la stessa attitudine anche in altri Paesi europei davanti alle riforme adottate in Italia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico