Gricignano

Stipendi arretrati, protestano gli operai della Mirabella

 GRICIGNANO. L’ultima protesta era finita in rissa tre settimane fa davanti al Crowne Plaza, ma giovedì circa 100 dipendenti in servizio presso le aziende del gruppo imprenditoriale, facente capo alla famiglia Coppola, ha occupato la sede della società Mirabella in via Boscariello, a Gricignano.

A partecipare alla protesta i lavoratori della Mirabella Mare e della Mirabella spa, che avanzano sette mensilità, e i circa 70 addetti della S.G., impiegati all’interno della base “Us Navy” di Gricignano che non vengono pagati da 4 mesi.

I dipendenti hanno bloccato i cancelli con delle catene impedendo in un primo momento allo stesso titolare Francesco Coppola di entrare negli uffici. Poi però, con l’intervento della polizia e dei carabinieri, la situazione di stallo si è sbloccata e l’imprenditore con pochi addetti è riuscito ad entrare.

“Non toglieremo l’occupazione fino a quando non saremo pagati”, afferma Pasquale Scaringi, addetto della Mirabella Mare e delegato della Uil-Tucs. “Stiamo cercando di trovare un accordo con l’azienda per risolvere una situazione davvero inquietante – spiega Emanuele Montemurro, segretario regionale del sindacato – ci sono addirittura impiegati che non percepiscono lo stipendio da 22 mesi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico